904 L: l’acciaio Rolex

904 L: l’acciaio Rolex

Ingannando l’attesa per le novità della Rolex a Basel 2007, mi sono distratta guardando i bellissimi filmati del sito Rolex.ch (in foto, quattro fotogrammi dal sito Rolex, © Rolex). Uno dei film mi ricorda (se ce ne fosse stato bisogno) una informazione che è riportata perfino in Wikipedia, alla voce Stainless Steel: “Most watches that are made of stainless steel are made of Type 316L; Rolex is an exception in that they use Type 904L”. Ovvero: “la maggior parte degli orologi in acciaio inossidabile sono costruiti in acciaio 316 L; Rolex è un’eccezione poiché usa il tipo 904 L”.

Allora decido di fare una pausa in questa giornata dedicata a fare le valigie per la Svizzera, e di approfondire il discorso. Qui di seguito, quindi, riporto le differenze più importanti fra le due leghe di acciaio impiegate in orologeria: la 316 L e la 904 L, usata da Rolex.

Anticipo le conclusioni. Come si vedrà dal confronto, l’acciaio 904 L è molto più resistente a tutti i tipi di corrosione. A questo si aggiunga, come emerso da diverse fonti, che il costo del 904 L è molto più elevato e la sua lavorazione più difficile, sebbene possa comunque essere realizzata con le stesse macchine utensili dell’acciaio 316 L.

La maggiore resistenza alla corrosione è da ricondurre alla maggiore presenza di rame (Cu), mentre la minore lavorabilità è dovuta alla minore percentuale di carbonio (C).

Di seguito, tutti i particolari…

DESCRIZIONE

Acciaio 316 L

Acciaio inossidabile al Cr Ni Mo, austenitico, non temprabile, induribile mediante deformazione a freddo. Resistenza a corrosione intercristallina e alla vaiolatura da cloruri.

Acciaio 904 L

Acciaio superinossidabile al Ni-Cr-Mo-Cu austenitico, resistente alla vaiolatura, alla corrosione sotto tensione e a quella interstiziale.

IMPIEGHI

Acciaio 316 L

Come 316 (Attrezzature per navi, per l’industria chimica farmaceutica, fotografica, alimentare, tessile, cartaria, parti di forni, scambiatori di calore, ortopedia) ma più adatto per forti deformazioni a freddo e per particolari destinati a essere saldati grazie alla resistenza alla corrosione intercristallina.

Acciaio 904 L

Reattori, impianti per distillazione. Tubi per il trattamento di sostanze ad elevata aggressività: acido solforico, acido fosforico, nitrocloridrico, acido acetico. Elevata resistenza in presenza di ioni cloro.

RESISTENZA ALLA CORROSIONE

Acciaio 316 L

Ottima in atmosfera e in una grande varietà di sali, acidi organici e sostanze alimentari, discreta nei confronti delle soluzioni deboli di acidi riducenti, migliore rispetto agli altri acciai austenitici non contenenti Mo, verso gli alogenuri e l’acqua marina. Il tipo 316L

per il bassissimo tenore di carbonio, è praticamente insensibile alla corrosione intercristallina.

Acciaio 904 L

Superiore a quella della serie 316L nei riguardi di tutti i tipi di corrosione (vaiolatura, interstiziale, intergranulare, sotto tensione).

COMPOSIZIONE CHIMICA INDICATIVA

Acciaio 316 L

C 0.02

S 0.001

P 0.025

Si 0.30

Mn 1.8

Cr 17

Ni 13,00

Mo 2.70

Cu 0.30

Acciaio 904 L

C 0.016

P 0.015

Cu 1.4

Si 0.35

Mn 1.2

Cr 20

Ni 25

Mo 4.3

N 0.050

Translate »
Web
Analytics