Vintage non più vintage

Molto spesso accade che nella lunga vita di un orologio a un certo punto non siano più disponibili le parti di ricambio per garantirne una corretta manutenzione. Di questo abbiamo già trattato tempo fa, ma torniamo sull’argomento prendendo in considerazione quello che riguarda esclusivamente l’estetica dell’orologio. Le parti più esposte a usura sono i vetri, le ghiere, le corone, le fibbie e i bracciali in acciaio, titanio o con vari trattamenti. Facile intuire cosa fare per non correre rischi di non trovare più i ricambi disponibili negli anni: innanzitutto acquistare un bracciale o una fibbia di riserva, cosa fattibile (mentre più complicato sarà reperire una riserva di vetro, corona e ghiera); in secondo luogo, trattare con cura l’orologio così da non usurare le parti citate e quindi prolungarne la vita. Ma veniamo ai casi pratici. Abbiamo un bracciale distrutto e al tempo stesso scopriamo che quello nuovo non è più disponibile nella configurazione originale ma dovrà essere sostituito con uno moderno. Non avendo altre scelte, si dovrà accettare l’offerta, ma a questo punto l’aspetto non sarà identico e non donerà all’orologio quell’aria originale vissuta o vintage. Alle volte ci troviamo perciò di fronte a degli ibridi: per esempio, un orologio equipaggiato da un bracciale originale ma con una fibbia pieghevole di nuova geometria, oppure leggermente diverso in tutto il disegno, in entrambi i casi per un cultore si tratta di piccole delusioni. Per quel che riguarda vetri, corone e ghiere, andiamo caso per caso. Un vetro se non più disponibile lo si potrà lucidare fino al limite del consumo, poi o interverrà un vetraio capace o se si è fortunati magari si troverà qualcosa di commerciale che si adatti all’orologio. Una corona potrà avere il logo stampigliato diverso dall’originale, ma la cosa non sarà mai così evidente e quindi sarà sopportabile alla vista, magari meno alla propria maniacalità. Per quanto riguarda la ghiera, effettivamente una diversa sarà un vero dramma, quindi un sapiente restauro potrebbe supplire a questo, ma il restauro sarà possibile limitatamente ad alcuni modelli mentre per altri sarà un problema poco risolvibile. Per le fibbie dei cinturini, succede spesso che i disegni e i loghi cambino negli anni, questo anche per adattarle ai design moderni delle casse degli orologi, e quindi consigliamo come detto sopra di acquistarne sempre una in più per essere sicuri di mantenere il più a lungo l’originale in vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics