L'Orologio 184-Febbraio è in edicola!

L'Orologio 184

L'Orologio 184

Da domani nelle edicole di tutta Italia il nuovo numero de L'Orologio, con il consueto servizio sulle anteprime del SIHH, il Salone dell'Alta Orologeria di Ginevra (anche se i frequentatori del nostro Blog e i nostri fan su Facebook hanno già potuto ammirarle quasi “dal vivo”).

Ben 19 le marche che hanno partecipato al SIHH 2010 e che ci hanno fornito le foto dei loro modelli in anteprima: A. Lange & Söhne, Audemars Piguet, Baumer & Mercier, Cartier, Dunhill, Girard-Perregaux, Greubel Forsay, IWC, Jaeger-LeCoultre, JeanRichard, Montblanc, Panerai, Parmigiani Fleurier, Piaget, Ralph Lauren, Richard Mille, Roger Dubuis, Vacheron Constantin, Van Cleef & Arpels.

Un altro bell'assaggio del Salone ginevrino sta nel favoloso servizio di copertina dedicato alla più appetitosa novità A. Lange & Söhne: la prima volta del Lange 1, l'orologio simbolo della Lange, con movimento automatico. Per l'occasione, ecco un nuovo nome, Daymatic, e un nuovo calibro abbinati a un quadrante che non può non lasciare perplessi. Tutti i segreti di questo orologio sono svelati nell'articolo a pagina 34, con intervista al suo creatore, Anthony De Haas.

Altro argomento interessante è l'intervista al nuovo CEO di Zenith, Jean-Frédéric Dufour, che raccoglie la difficile eredità dell'istrionico Thierry Nataf e ci racconta come sarà la “sua” Zenith. Chiude il terzetto dei servizi più appetitosi di questo numero, una accurata presentazione del primo movimento meccanico a carica manuale progettato e realizzato in-house da Patek Philippe: per intenderci, il legittimo successore del Lemania 2310, che è alla base del calibro complicato Patek Philippe più amato e desiderato, il 27-70 Q, cronografo con calendario perpetuo. Per ora il nuovo cronografo è impiegato solo su un orologio da donna, ma non manca molto al Salone di Basilea (dal 18 al 25 marzo)...

Per chi non subisce il fascino delle primizie, invece, ma con i piedi per terra vuole sapere cosa offre oggi il mercato ed avere tutte le indicazioni per un acquisto consapevole e informato, non poteva mancare quello che sta diventando un appuntamento fisso della nostra rivista: la guida all'acquisto. Stavolta abbiamo puntato in alto, andando a cercare i potenziali concorrenti del Calatrava di Patek Philippe: il classico per eccellenza. In una fascia di prezzo che va dai 14.000 ai 16.000 euro si contendono la palma del più elegante ben 22 modelli: a voi la scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics