Un giorno da orologiaio grazie a Swatch Group

_aALE1171

In quanto rivista specializzata in orologeria, il nostro desiderio è anche quello di formare “esperti” in orologeria, fornendo ai nostri lettori tutti gli strumenti possibili per una conoscenza approfondita dell’oggetto della loro passione. Per questo motivo, abbiamo sposato immediatamente l’idea di Marco Milani ed Elisabetta Berti, responsabili del Customer Service Swatch Group, di accompagnare un gruppo selezionato di ospiti a visitare il laboratorio orologiero del più grande gruppo svizzero del settore. Lo scorso 14 gennaio, quindi, il Customer Service di Via Washington 70 a Milano ha aperto le porte a cinque entusiasti lettori de L’Orologio (dovevano essere sei,come da invito, ma un partecipante ha avuto un contrattempo dell’ultimo minuto). La visita, resa particolarmente interessante dalla guida esperta e appassionata del Customer Service Manager Marco Milani e della Responsabile della formazione Erika Ferrigno, ha occupato solo la prima parte di un pomeriggio dedicato all’orologeria nei suoi aspetti più pratici e tecnici. La seconda parte della Watchmaker Experience, infatti, ha visto i nostri ospiti impegnati al banco da orologiaio, per una prova pratica sotto la guida dei due formatori Swatch Group: Luca Lorenzetto e Luca Trotti. Si è trattato di una vera e propria lezione di orologeria, che è stata condotta sul movimento a carica manuale ETA/Unitas 6498-1 (18.000 alternanze/ora, piccoli secondi al 6), permettendo a dei semplici appassionati di toccare con mano quanto sia delicato il funzionamento anche di uno fra i meno complessi movimenti di orologeria, dalle grandi dimensioni e senza funzioni aggiuntive. L’esperienza dal vivo ha permesso ai nostri ospiti di comprendere al meglio il funzionamento di un centro assistenza ampio e ben strutturato come quello Swatch Group. I trenta orologiai del Customer Service di Milano, infatti, eseguono le revisioni sugli orologi di tutti i marchi facenti capo allo Swatch Group, da Breguet a Omega, da Blancpain a Glashütte Original, passando per Jaquet Droz, Longines, Rado, Tissot, Mido, Hamilton e Calvin Klein. Solo le grandi complicazioni e i modelli vintage delle marche Blancpain, Breguet, Glashütte Original e Jaquet Droz sono inviati direttamente alle Case madri in Svizzera per gli interventi di revisione, in garanzia o meno. Il Customer Service di Milano è un modello all’interno del gruppo Swatch. È tra i pochi in Europa che possano intervenire su tutti i marchi e riceve dai 120 ai 150 orologi al giorno, disponendo di una fornitura di componenti che con oltre 35.000 referenze e più di 100.000 parti copre al 98% il fabbisogno interno di ricambi. Gli orologiai partecipano regolarmente a corsi di formazione gestiti dalle Case madri e tenuti nella “training room” del Customer Service, dove lo staff formativo italiano tiene corsi di aggiornamento anche al personale di altri paesi europei, essendo l’aula attrezzata finanche per la certificazione internazionale Omega. Una volta terminata la revisione, l’orologio è riconsegnato al cliente in un apposito astuccio marcato e completo di una card internazionale che garantisce l’orologio completo (in caso di intera revisione) o la riparazione (in caso di intervento parziale) per due anni.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Translate »