Jaeger-LeCoultre: una riscoperta continua

Il 17 e 18 maggio 2016 la manifattura Jaeger-LeCoultre ha aperto le sue porte a otto soci de L’Orologio Club guidati alla scoperta dei suoi laboratori che occupano buona parte dei 21.000 metri quadrati dello stabilimento di Le Sentier. Le visite hanno riguardato l’atelier delle Grandi Complicazioni, quello dei Mestieri Rari e la Heritage Gallery, che è poi lo spazio espositivo dell’azienda dedicato ai pezzi storici, e l’atelier di assemblaggio delle pendolette Atmos. La giornata si è conclusa con la presentazione delle collezioni Reverso. Infine, dopo aver potuto osservare da vicino gli artisti della Casa alle prese con i mestieri più difficili e rari dell’orologeria, gli otto soci del Club si sono messi al lavoro. Con davanti una placchetta in rame smaltata bianca e una palette di colori, sotto la guida dei maestri smaltatori Jaeger-LeCoultre, hanno potuto dare sfogo alla fantasia: mano ferma e pennello superfine, su una superficie grande all’incirca come il quadrante di un Reverso, hanno disegnato motivi geometrici o floreali. Qualcuno ha impresso le proprie iniziali o quelle dei figli. Tutti hanno ricevuto i consigli e le istruzioni degli esperti smaltatori della manifattura, fino a ottenere un prezioso e gradito souvenir della visita in Jaeger-LeCoultre.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Translate »