Anteprima Sihh 2017: Roger Dubuis Excalibur

rddbex0571_pr1_1436311

In occasione del SIHH 2017, la Excalibur, iconica collezione Roger Dubuis, viene arricchita da alcuni nuovi modelli. In anteprima ve ne proponiamo due, che preannunciano ciò che sarà svelato in occasione del Salone. Quando si parla di complicazioni innovative, sicuramente tra queste rientra il calibro Quatuor RD101 a carica manuale, che annovera 590 componenti, oscilla a una frequenza di 16 Hz (115.200 alternanze/ora) ed è dotato di quattro bilancieri a spirale e cinque differenziali. Un meccanismo veloce ed efficace, che riesce a fare istantaneamente ciò che un tourbillon fa in un minuto – ovvero compensare le variazioni dell’andamento del segnatempo causate dagli effetti della gravità terrestre sul movimento. Il 2017 vedrà l'Excalibur declinato in un materiale di rottura che si sposa perfettamente con questa creazione originale: il cromo-cobalto. Questa particolare lega dalle elevate prestazioni riveste la cassa da 48 mm, la lunetta, il fondello e la corona, ed è prodotta mediante l’impiego dell’esclusiva tecnologia MicroMelt, che rappresenta appena lo 0,1% della metallurgia mondiale. Ampiamente utilizzato in aeronautica e astronomia, questo procedimento prevede la fusione e l’atomizzazione della lega in una polvere molto sottile ottenuta esponendo il metallo sciolto ad un getto di gas ad alta pressione emesso da un apposito macchinario. Questa polvere viene poi mescolata e vagliata in base ad un diametro prestabilito, e successivamente è riversata in barattoli dove viene sigillata e pressata isostaticamente a caldo, fino a raggiungere la massima densità prima di essere lavorata (sempre a caldo) per produrre barrette arrotolate, che sono a loro volta lavorate per ricavarne la misura di prodotto desiderata. Roger Dubuis ha scelto questo procedimento sia perché garantisce al materiale un’omogeneità chimica senza pari, sia perché permette di creare leghe specifiche (come metallo e non-metallo) che sono impossibili da realizzare con altre tecniche, e ancora perché permette di controllare la porosità che si può ottenere così da garantire una qualità stabile della lega. Tuttavia, come sempre quando si fanno simili scelte tecniche ed estetiche, la Manifattura adotta questo materiale di punta tenendo sempre presente chi indosserà l’orologio; infatti il cromo-cobalto è biocompatibile al 100%, estremamente resistente alla corrosione grazie alla formazione spontanea di una pellicola protettiva passiva e incredibilmente durevole grazie alla struttura multifasica e alla precipitazione dei carburi. In questa nuova e audace interpretazione dell’Excalibur Quatuor, il lucente cromo-cobalto crea un bel contrasto con la gabbia del bariletto del movimento rivestita di PVD, il quadrante, gli indici delle ore e il cinturino di alligatore tutti di colore blu. Il segnatempo è dinamizzato da accenti rossi e bianchi sulla minuteria stampata in stile tachimetro e sulle lancette scheletrate di oro bianco con punte rosse riempite di SuperLumiNova, nonché dalle cuciture rosse del cinturino. Dal canto suo, l’Excalibur Spider Automatico Scheletrato è una nuova interpretazione in blu/nero/rosso del talento e del sincero impegno profusi dal “pioniere dei calibri contemporanei scheletrati”. Facendo leva sull’esperienza acquisita nel corso degli anni attraverso la creazione dei suoi movimenti avanguardistici, che rivelano la visione unica che la Maison ha della scheletratura, la generosa cassa di titanio da 45 mm è interpretata secondo il concetto Spider, che estende la scheletratura oltre il movimento e fino a coinvolgere cassa, rehaut e lancette. Il contrasto di colori di tendenza è una delle caratteristiche salienti di questo nuovo Excalibur Spider Automatico Scheletrato, un contrasto ottenuto mediante trattamento DLC di cassa e corona, dettagli di caucciù vulcanizzato su lunetta, corona e carrure nonché grazie ad accenti rossi sull’anello, la corona, le punte delle lancette e le cuciture del cinturino. Il tema dei contrasti è espresso anche attraverso le texture delle finiture, che contrappongono smussature lucidate a specchio e lati spazzolati. Per garantire una leggibilità ottimale di notte come di giorno, le viti applicate sul réhaut e le punte delle lancette che percorrono il quadrante sono evidenziate con SuperLumiNova. Il cinturino multimateriale con la sua base di caucciù nero e l’inserto di pelle di vitello blu è chiuso da una fibbia déployante con trattamento DLC. Questo modello dall’estetica incisiva è animato dal Calibro RD820SQ, che nel 2015 era stato il primo movimento scheletrato automatico di Roger Dubuis. Tutte le facce dei 167 componenti del calibro sono meticolosamente realizzate a mano nel rispetto dei severi criteri di qualità e delle prestigiose finiture del Poinçon de Genève. Il design e lo spessore del caratteristico microrotore Roger Dubuis – prima assoluta in un movimento RD automatico scheletrato – accentua efficacemente lo spettacolare effetto 3D tanto amato dalla Maison, a cui contribuisce anche la posizione rialzata della decorazione Astral Skeleton. L'Excalibur Spider Automatico Scheletrato viene prodotto in un'edizione limitata di 88 esemplari.

Translate »
Web
Analytics