Girard-Perragaux Laureato Squelette

image006

Disegnato negli anni ‘70 da un architetto milanese, il Laureato di Girard-Perregaux si è immediatamente affermato come oggetto d'arte, di storia e di forma, un'icona dell'orologeria. Lo spirito di questa creazione è intatto e amplificato nell'ultima generazione del Laureato, che Girard-Perregaux ha lanciato nel 2016 e arricchisce nel 2017. Dal bracciale metallico con l'alternanza delle superfici lucide e satinate, alla cassa con le anse che sono parte integrante delle linee, fino alla lunetta ottagonale lucida, inserita in un cerchio: tutto suggerisce la ricerca delle proporzioni e dell'armonia. L’ultima versione presentata, squisitamente scheletrata, possiede un esterno e un interno. E come nel museo Guggenheim di New York, opera di Frank Lloyd Wright, l'interno e l'esterno sono in dialogo permanente. Il “guscio” è una cassa rigorosa con diametro di 42 mm e spessore di 10,88 mm, disponibile in acciaio o oro rosa a 18 carati con bracciale integrato. Impeccabilmente proporzionata, è fatta di curve leggibili e linee nitide. Il “contenuto” è un movimento scheletrato d'alta orologeria, il calibro di manifattura GP01800-0006. La sua elevata precisione è rinforzata dall'uso, per la prima volta in un calibro della famiglia GP1800, di un bilanciere a inerzia variabile. Il calibro GP01800-0006 è interamente progettato, fabbricato, rifinito e assemblato tra le mura della manifattura Girard-Perregaux. Indica le ore, i minuti e i piccoli secondi in una versione traforata dalle finiture eccezionali. È stato oggetto di una scheletratura estesa. I ponti e le platine sono sostituiti da un gioco sapiente di vuoti e pieni, tra struttura e volumi abitabili come l'interno di una cattedrale barocca italiana, come la Basilica di San Pietro a Roma. Le curve di questo movimento scheletrato sono nude, vestite unicamente dello smusso che ne mette in evidenza il profilo ed è realizzato a mano dagli artigiani qualificati della manifattura Girard-Perregaux. La superficie rimanente del movimento è resa opaca dalla satinatura che, con la sua trama, cattura la luce. L'insieme è sottoposto a un trattamento antracite che gli conferisce uno splendore scuro, coronando il gioco di contrasti che anima il Laureato Squelette. Il Laureato Squelette è dunque un veicolo d'emozione e funzione. Una costruzione che ricorda le finalità perseguite da Oscar Niemeyer quando immaginò Brasilia, la capitale brasiliana, ed è concepito per attraversare il tempo e testimoniare, attraverso le epoche, la maestria strutturale e tecnologica di Girard-Perregaux.

Scheda tecnica

Laureato Squelette

Cassa

Materiale: acciaio o oro rosa 18ct

Diametro: 42 mm

Spessore: 10,88 mm

Vetro: zaffiro trattato antiriflesso su entrambi i lati.

Fondello: con oblò in vetro zaffiro.

Quadrante: anello periferico con indici sospesi e luminescenti.

Lancette: a bastone, luminescenti.

Impermeabilità: 100 metri per la versione acciaio, 50 metri per la versione oro rosa.

Movimento

Referenza: GP01800-0006, scheletrato.

Carica: automatica mediante rotore scheletrato in oro a 18 carati.

Diametro: 30,6 mm (13’’’1/4).

Spessore: 4,16 mm.

Frequenza: 28.800 alt./ora (4 Hz).

Numero dei componenti: 173.

Rubini: 25.

Riserva di carica: 54 ore.

Funzioni: ore, minuti, piccoli secondi a ore 10.

Bracciali

In acciaio o oro rosa a 18 carati, con alternanza di superfici lucide e satinate.

Fibbia pieghevole a tripla lama, in acciaio o oro rosa a 18 carati.

Referenze

Modello in acciaio: 81015-11-001-11A.

Modello in oro rosa: 81015-52-002-52A.

skeleton_pinkgold

Translate »
Web
Analytics