Vacheron Constantin – Historiques Triple Calendrier 1942 e 1948

HyperFocal: 0

Vacheron Constantin propone una reinterpretazione di due orologi con calendario completo del 1942 e del 1948, che esaltano la maestria della Maison nella realizzazione delle complicazioni “utili” dal design iconico. I codici estetici delle due nuove creazioni riprendono quelli dei modelli originali, con un tocco di contemporaneità. Tornano al centro della scena due segnatempo con triplo calendario, uno in acciaio e uno in oro rosa 4 N nella versione con fasi lunari. La cassa da 40 mm di diametro, realizzata nel classico stile di Vacheron Constantin, si caratterizza per una serie di riferimenti stilistici all’epoca, come la carrure con tripla godronatura e le anse ad artiglio. Dotato di un vetro “box-type”, il cui spessore leggermente maggiore consente l’uso di una lunetta estremamente sottile, il segnatempo, dotato di un’impermeabilità fino a 30 metri, svela attraverso il fondello le finiture di Alta Orologeria del nuovo calibro con calendario completo, identificato dalle referenze 4400 QC e 4400 QCL per la versione con fasi lunari. Questo movimento meccanico a carica manuale, che batte a una frequenza di 4 Hz, è stato sviluppato e realizzato da Vacheron Constantin per preservare lo spirito originale dei calendari degli anni ‘40. Il potente bariletto assicura una riserva di carica di 65 ore. Il primo modello, in acciaio, ovvero il Triple Calendrier 1942, è ispirato alla referenza 4240, che fece il suo debutto per l’appunto nel 1942 nelle versioni in oro giallo, oro rosa e in acciaio. Fedele all’originale, questo modello sobrio ed elegante fornisce l’indicazione di ore, minuti, piccoli secondi a ore 6 e data, mentre il giorno e il mese sono visualizzati mediante una doppia finestrella. Le indicazioni del calendario sono disponibili in tonalità bordeaux oppure blu scuro, su un quadrante bicolore argentato caratteristico dell’epoca. Il centro con finitura satinata soleil e il disco esterno punteggiato da cifre arabe contribuiscono alla leggibilità delle funzioni e accentuano l’eleganza rétro-chic del segnatempo. Al pari del suo predecessore vintage, l’Historiques Triple calendrier 1948 è realizzato in oro rosa 4 N e declinato in una tonalità molto simile all’originale, che gli conferisce uno stile estremamente raffinato. Prodotto in due serie limitate di 200 esemplari ciascuna, reinterpreta la referenza 4240L presentata nel 1948: un triplo calendario impreziosito da una sofisticata complicazione astronomica, il ciclo lunare di elevata precisione (da cui la “L” nel nome) e i piccoli secondi a ore 6. La versione attuale si caratterizza per una serie di elementi esclusivi di rara eleganza. Il quadrante presenta un centro opalino argentato e un bordo con finitura satinata. Le nuance discrete del quadrante sono punteggiate dai numeri romani, mentre gli indici triangolari delle ore sono percorsi da delicate lancette a bastone. Le funzioni del calendario e il disco della luna sono, a scelta, realizzati in tonalità bordeaux o blu scuro e abbinati al cinturino in pelle marrone o blu scuro con fibbia ad ardiglione. I primi calendari della Manifattura furono realizzati nel 1755, poco dopo la fondazione ad opera di Jean-Marc Vacheron. Nel corso del XIX secolo, la Maison diede prova della sua eccellente maestria nelle complicazioni attraverso la creazione di orologi da tasca tecnicamente sofisticati, che univano calendari perpetui o completi a grandi complicazioni, ad esempio le ripetizioni minuti. Mentre i primi orologi da polso con calendario di Vacheron Constantin risalgono al 1920, nella storia della Maison furono gli anni ’40 il momento più prolifico per questa complicazione. I modelli con calendario realizzati in quel periodo contribuirono notevolmente all’espansione e alla reputazione della Manifattura nel mondo. Nacquero allora modelli iconici come le referenze 4240 nel 1942 e 4240L nel 1948, le stesse che hanno ispirato i due nuovi segnatempo della collezione Historiques.

Translate »
Web
Analytics