Torniamo alla Girard-Perregaux

Il 27 e 28 febbraio 2018 la manifattura Girard-Perregaux di La Chaux-de-Fonds ha aperte le porte a cinque fortunati soci de L’Orologio Club. Una manifattura da 10.000 pezzi all’anno, di cui ben 200 sono complicati di alta orologeria, che è stata fra i pionieri del settore per l’impiego del silicio a favore della precisione del movimento meccanico, sviluppando nel 2008 il primo scappamento a forza costante dell’orologeria moderna. La nostra visita è iniziata dal racconto della nascita dell’industria orologiera in questi luoghi, attraverso la collezione del Museo Internazionale di Orologeria, il più importante al mondo per ricchezza e completezza della collezione. Dove il visitatore può seguire la nascita e l’evoluzione della misurazione del tempo, dell’industria orologiera svizzera, dell’orologeria astronomica europea. Fiore all’occhiello della Maison svizzera è la collezione Laureato, nata negli anni Settanta e scelta per il rilancio del marchio dopo l’acquisizione da parte di Kering Group. Oggi la ridisegnata collezione conta circa 30 referenze, fra cui anche un tourbillon con ponte dalla iconica forma a freccia. Tornando all’interno della manifattura, è qui che si trova l’ufficio R&D dove nascono i nuovi modelli della Casa. I software di modellazione 3D permettono agli ingegneri di verificare preventivamente la fattibilità delle nuove idee, ma la realizzazione del primo prototipo e della pre-serie passa attraverso ulteriori step, come la stampa 3D della cassa, per saggiarne con mano le dimensioni al polso, e la realizzazione di un modello in plexiglas dei nuovi meccanismi. Riguardo ai movimenti, Girard-Perregaux impiega unicamente quelli di propria produzione, se si esclude la platina cronografica Dubois-Dépraz associata al calibro automatico GP03300. Come ogni vera manifattura, dispone di un reparto di produzione degli utensili, dove sono realizzati stampi, basette e altri attrezzi necessari alla produzione di tutti i componenti non standard dei calibri proprietari. E naturalmente di un reparto di alta orologeria, dove prendono vita i modelli complicati, lavorano 20 orologiai. Tre maestri orologiai si dedicano esclusivamente all’assemblaggio dei modelli con scappamento costante, prodotto in 15 pezzi al mese. All’interno del laboratorio, in una stanza separata, sono assemblati infine i ripetizione minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics