Meccaniche di una volta con Pierre DeRoche

Pierre DeRoche Bel Canto

Pierre DeRoche Bel Canto

Dalla riscoperta da parte di Pierre DeRoche di movimenti per orologi da tasca della fine del XIX secolo, con funzioni di cronografo e di ripetizione delle ore e dei quarti, nasce il modello BelCanto. Il ritrovamento di queste “chicche” tecniche avviene nel 2007, quando Pierre Dubois, Managing Director del marchio, scopre questi piccoli gioielli a carica manuale nel negozio di un antiquario. Da qui l'idea di far rivivere i vecchi calibri (che risulteranno poi essere firmati LeCoultre) in orologi da polso. La bella “panoramica” sul movimento è data dal quadrante in zaffiro che ne rivela finiture, rotismi e ingranaggi. Un movimento di una volta rivisitato con elementi eseguiti secondo le tecniche più attuali, come la platina in zaffiro sintetico, che nella parte posteriore è trattata con processo di metallizzazione a effetto cromato grazie a un procedimento PVD. Il tutto racchiuso in una massiccia e contemporanea cassa in oro rosa: il risultato è un esclusivo cronografo con ruota a colonne con ripetizione delle ore e dei quarti con suoneria a due timbri, attivabile da una slitta posizionata a ore 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics