TAG Heuer da Monaco a Le Mans con Patrick Dempsey

_M7A1110

Lo scorso 13 Giugno TAG Heuer ha dato il benvenuto all'ambasciatore del marchio Patrick Dempsey a Monaco per un avvenimento piuttosto insolito. L'attore, pilota e proprietario del team Dempsey Racing, che ha partecipato alla 24 Ore di Le Mans lo scorso fine settimana, si è recato al circuito del Var a Le Luc a bordo della Porsche 911 RS Viper Green della collezione privata di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco, che ha scelto TAG Heuer come Orologio ufficiale. La vigilia della partenza, Patrick Dempsey è stato raggiunto da ospiti illustri per un cocktail nella cornice di questa collezione di vetture rare: Jack Heuer, Presidente Onorario del marchio nonché pronipote del fondatore Heuer, Aurel Bacs, esperto nel campo degli orologi di lusso, Sanjay Hinduja di Gulf Oil International, Roald Goethe, proprietario di ROFGO Racing e Supercar Blondie, influencer del mondo automobilistico. Per non parlare dell'eccezionale presenza di S.A.S. la Principessa Stéphanie di Monaco accompagnata dai figli Pauline e Louis Ducruet e Camille Gottlieb, discendenti del Principe Alberto I. Una bellissima foto di famiglia che riunisce diverse generazioni come preludio a un'intensa gara a Le Mans, per celebrare insieme i legami unici che uniscono TAG Heuer e il Principato di Monaco e per dare inizio ad un viaggio sulle magnifiche strade della Costa Azzurra. Un itinerario molto preciso, poiché corrisponde in parte al percorso effettuato ogni anno dal Principe Alberto I di Monaco all'inizio del XX secolo. Un percorso tracciato a matita dallo stesso Principe su una mappa del 1904, esposta al Museo e restaurata da TAG Heuer nell'ambito della collaborazione con il Museo. Si ripropone un'epopea storica. Nel 1902, il principe Alberto I, soprannominato il Principe Avventuriero, decise di attraversare la Francia con la sua moto di fabbricazione inglese, una Humber. Partendo da Monaco, raggiunse Parigi, poi Deauville; il viaggio venne quindi ripetuto ogni anno con un percorso diverso. In una di queste occasioni il principe attraversò, tra l'altro, Le Luc. Dal 1904 decise di trasferire i suoi viaggi su una grande mappa della Francia, nota anche come Mappa del Principe. Oggi, la sua Humber - ricostruita da Philippe Renzini, Direttore del Museo dell'Automobile di Monaco - e la Mappa del Principe sono esposte all'interno del Museo. TAG Heuer, in qualità di Orologio ufficiale del museo, ha così deciso di restaurare questa mitica mappa e di mettersi in viaggio come il Principe, da Monaco al circuito di Le Luc nel Var, con Patrick Dempsey e alcuni ospiti privilegiati al seguito. Raggiunta la meta, il gruppo ha avuto il privilegio di effettuare alcuni giri di pista a bordo di vetture da corsa più uniche che rare. Una Porsche 911 GT3 RS, una Porsche classica 964, una Porsche Panamera GT3, due vetture da competizione Porsche GT3 RS Cup, nonché una replica della Ford GT40 con cui il team Gulf Racing ha conquistato la sua prima vittoria alla 24 Ore di Le Mans esattamente 50 anni fa. Per celebrare questo anniversario, TAG Heuer presenta una edizione speciale limitata di 50 pezzi del Monaco Gulf. L'orologio, con la sua famosa cassa quadrata da 39 mm e il quadrante blu, è caratterizzato dai colori distintivi di Gulf, l’azzurro e l'arancione. Il retro dell'orologio ospita l'emblema dell'anniversario di Gulf e il numero del pezzo XX/50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics