L'ora del coccodrillo

L'ora del coccodrillo

René La coste, grande tennista degli anni ’20, entra di diritto nel mito nel 1927 quando col suo team de “I Moschettieri” ruba la Coppa Davis agli americani. Il simbolo del coccodrillo della Lacoste, invece, deve le sue origini al soprannome che veniva riservato al tennista francese, ovvero l’alligatore, per la sua tenacia dimostrata sui campi da gioco. Nel 1933 con André Gillier, proprietario della più grande fabbrica francese di maglieria, René Lacoste fonda una società per produrre le magliette con il Coccodrillo ricamato. L’idea del logo visibile sulla polo segna una tappa fondamentale nella storia del costume: era infatti la prima volta che un marchio veniva posizionato all’esterno di un capo di abbigliamento.

Questa maglietta fu immediatamente adottata dai giocatori, rimpiazzando così quella classica di tessuto inamidato, a manica lunga, che i giocatori avevano indossato fino a quel momento. La polo Lacoste 1212 era bianca, leggermente più corta di quelle allora sul mercato, con il collo rinforzato e le maniche corte. Quest’anno, quindi, ricorre il 75° anniversario della Casa francese e per celebrare questo avvenimento è stato presentato un nuovo orologio, ovvero il Tonneau 75th Anniversary. L’ora viene mostrata attraverso la modalità dell’indicazione a saltarello, grazie a due dischi visibili sul quadrante. Ad ore 3 si trova la lente d’ingrandimento che consente di leggere l’ora. Si tratta, inoltre, di un’edizione limitata e numerata a 750 esemplari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics