Sihh 2019: la collezione Code 11.59 di Audemars Piguet

Audemars Piguet, la più antica manifattura orologiera ad essere tuttora guidata da eredi delle famiglie fondatrici, ha recentemente presentato al Sihh una collezione di orologi tutta nuova, denominata Code 11.59. Al suo interno trovano posto tredici modelli, facenti capo a sei tipologie orologiere, ovverotre sfere automatico, cronografo automatico (animato dal nuovo movimento cronografico integrato con ruota a colonne, calibro 4401), calendario perpetuo, tourbillon automatico, tourbillon scheletrato e ripetizione minuti “Supersonnerie”. A colpire è soprattutto l’inedita ed originale struttura della cassa, con la parte intermedia ottagonale e la lunetta e il fondello molto sottili. Particolare è anche il design delle anse, che sono scheletrate. A ciò va aggiunto un vetro zaffiro antiriflesso altrettanto originale, essendo lo stesso a cupola nella parte interna e con la parte esterna che curva in senso verticale, dall’indice delle 12 a quello delle 6, andando così ad esaltare i dettagli del quadrante. La cassa da 41 mm è perfettamente ergonomica, tanto da risultare comoda sia sui polsi maschili che su quelli femminili. Da segnalare, poi, il logo Audemars Piguet ad ore 12, che viene realizzato con sottili starti di oro a 24 carati e ottenuto attraverso la tecnica dell’accrescimento galvanico, simile a quella utilizzata per la stampa in 3D. Questa tecnica non è la prima volta che viene utilizzata in orologeria (in particolare sui movimenti), tuttavia si tratta di una prima assoluta in relazione alla lavorazione dell’oro a 24 carati. In particolare, ogni lettera del logo è unita alla seguente tramite sottilissimi collegamenti dello spessore di un capello. Dei sei calibri impiegati nei nuovi Code 11.59 di Audemars Piguet tre sono totalmente nuovi, ovvero il già citato 4401 (per il cronografo), il 4302 (per il tre sfere con datario e il calibro 2960 (impiegato sul tourbillon volante a carica automatica. Il Code 11.59 è disponibile in quattro varianti per quanto concerne il tre sfere (con cassa in rosa o bianco a 18 carati), in altrettante per quanto concerne il cronografo (in oro rosa o bianco a 18 carati), due nel caso del tourbillon volante (la cassa è disponibile in oro rosa o bianco a 18 carati) e una ciascuna nel caso del calendario perpetuo (cassa in oro rosa a 18 carati), del tourbillon scheletrato (cassa in oro rosa a 18 carati) e del ripetizione minuti “Supersonnerie” (cassa in oro bianco a 18 carati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics