Risultati positivi per Pisa Orologeria

Il 2018 di Pisa Orologeria si è chiuso con 71,4 milioni di ricavi, un risultato che conferma la crescita riscontrata nell'ultimo triennio. Una redditività in aumento, quindi, nonostante i numerosi investimenti recenti. Tre le importanti novità dello scorso anno: l'apertura, a giugno, della boutique Vacheron Constantin, in via Verri 9; l'inaugurazione, a settembre, del Salone dei Gioielli, al secondo piano del Flagship Store di via Verri 7, uno spazio di oltre 100 metri quadrati che ospita le firme più prestigiose del settore come Boucheron, Chaumet, Chopard, de Grisogono, Messika, Tamara Comolli e, naturalmente, Pisa Diamanti, oltre allo spazio dedicato al Salotto de Grisogono; sempre a settembre, l'apertura della boutique A. Lange & Söhne, al primo piano del Flagship Store di via Verri 7. “Siamo ora una realtà in grado di offrire ai nostri clienti oltre 40 marchi di alta orologeria e 7 marchi di gioielleria, proposti con una consulenza e un'esperienza che ci contraddistinguono nel settore”, ha dichiarato Chiara Pisa, amministratore delegato di Pisa Orologeria. “Siamo onorati di essere presenti nella nostra città con spazi all'avanguardia per offerta e design, pensati per un pubblico eterogeneo ma con un occhio di riguardo alla clientela italiana che è cresciuta e costituisce oggi il 27% del totale”.

Translate »
Web
Analytics