A lezione di orologeria con la Watchmaker Experience

Si è svolta lo scorso 9 maggio la quinta edizione della Watchmaker Experience, uno degli eventi più apprezzati del settore, organizzata da L'Orologio in collaborazione con il Customer Service Swatch Group Italia di Milano. Un’esperienza che ha consentito a sei lettori della rivista, appassionati di orologi, di entrare in contatto con un lato meno conosciuto dell’industria orologiera: l’assistenza post-vendita. Quello di Swatch Group è un laboratorio in grado di eseguire (uno tra i pochi in Europa) le revisioni post-vendita sugli orologi di tutte le marche Swatch Group (a parte Harry Winston che dispone di un’organizzazione a parte). L’esperienza degli orologiai del centro poggia le sue basi sulla continua formazione, effettuata sia in sede che presso le case madri, in Svizzera e in Germania. Il magazzino dei ricambi, in Via Washington 70, gestisce 100.000 componenti al servizio di 30.000 referenze. Per destreggiarsi all’interno di questo assortimento, i trenta orologiai riparatori hanno a disposizione un software che li guida all’individuazione dei pezzi di ricambio necessari per gli interventi stabiliti dal laboratorio in fase di diagnostica. Il laboratorio è organizzato a isole, formate ognuna da sei banchi di lavoro. Ve ne sono cinque all'interno del Customer Service: una per la diagnostica e l'esecuzione dei piccoli interventi in garanzia, una dedicata ai marchi Blancpain, Breguet, Glashütte Original e Jaquet Droz, una terza isola solo per Omega e altre due dedicate alla revisione degli orologi dei restanti marchi. I partecipanti alla Watchmaker Experience hanno avuto la possibilità di prendere parte a una vera e propria lezione di orologeria, tenuta da un orologiaio formatore: a partire dall’illustrazione del principio di funzionamento di un movimento meccanico, per passare allo smontaggio di un calibro ETA Unitas 6498-1, di produzione Swatch Group, seguendo le istruzioni del formatore, coadiuvato da microscopio e proiettore video. Al termine della giornata, ricca di domande, dubbi, curiosità relative alla storia dello Swatch Group ma anche a problematiche strettamente inerenti la revisione di un orologio, tra i partecipanti si è instaurata una bellissima intesa, che li ha incoraggiati a rimanere in contatto fra loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics