Ben Maher si aggiudica il Longines Global Champions Tour Grand Prix di Roma

Nella giornata di ieri, dopo tre giorni di intensa competizione, il Longines Global Champions Tour di Roma spegne i riflettori sull'arena dello Stadio dei Marmi. In qualità di Title Partner e Timekeeper Ufficiale della manifestazione equestre, la Casa ha cronometrato la vittoria del campione britannico Ben Maher in sella a Explosion nella prova più attesa del weekend, il Longines Global Champions Tour Grand Prix di Roma. Il secondo e terzo posto sono andati, rispettivamente, a Marlon Mòdolo Zanotelli su VDL Edgar e a Ludger Beerbaum con il suo Cool Feeling. La vittoria consentirà a Maher di accedere al Longines Global Champions Tour Super Grand Prix dove si confronterà in campo con i vincitori delle precedenti tappe, chiamati a sfidarsi in finale a Praga, per decretare il campione assoluto del circuito a cinque stelle. Dopo la Città Eterna, i cavalieri dovranno contendersi il titolo in altre due tappe, a St-Tropez e per la prima volta New York, prima di accedere all’ultimo appuntamento nella capitale ceca. Pieter Devos guida la classifica generale con 266 punti, davanti a Ben Maher con 252 punti e Kevin Staut con 239 punti. Durante il fine settimana, gli spettatori hanno avuto inoltre l'opportunità di scoprire l'Orologio Ufficiale dell'evento: il Conquest V.H.P. “Very High Precision”, con quadrante blu, modello che rappresenta un nuovo traguardo nell’ambito del quarzo combinando grande precisione, contenuti tecnici e look sportivo nel rispetto di quel concetto di eleganza caro alla marca svizzera. Il segnatempo ospita un movimento rinomato per il suo alto grado di precisione per un orologio analogico (± 5 secondi/anno) e per la capacità di resettare le lancette dopo un urto o l’esposizione a un campo magnetico grazie al sistema GDP (sistema di rilevamento dei ruotismi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics