Con Hublot debutta il Saxem verde

Hublot rivisita il design ultratecnico e contemporaneo del Big Bang MP-11 lavorando la cassa con un materiale innovativo inedito nell'orologeria, il Saxem (acronimo di Sapphire Aluminium oXyde and rare Earth Mineral), dai riflessi verde smeraldo e con una brillantezza che si avvicina a quella del diamante. È ottenuto mescolando l'ossido di alluminio, componente di base dello zaffiro, con elementi rari come il tulio e l'olmio, oltre che con il cromo. Il risultato: un materiale che è al tempo stesso più duro dello smeraldo (troppo flessibile per essere lavorato) e più brillante dello zaffiro. Altre caratteristiche distintive sono l'assenza di tensioni all'interno del materiale, proprietà che assicura una maggiore stabilità in fase di finissaggio, e la struttura cristallina di tipo cubico che garantisce sempre la stessa sfumatura e intensità di colore indipendentemente dall'angolo da cui si osserva la cassa. Il Saxem verde, completamente lucido, crea un contrasto sia con le sei viti a forma H della lunetta, in titanio nero micropallinato, sia con la corona nera che associa il titanio agli inserti in caucciù. Racchiuso in questo scrigno assolutamente trasparente, batte un movimento di manifattura a carica manuale, calibro Hublot HUB9011, composto da 270 elementi e con una riserva di carica di 14 giorni garantita da 7 bariletti visibili sul lato del quadrante. Quest'ultima viene visualizzata direttamente su un cilindro posizionato a sinistra dei sette bariletti, per non nascondere la dicitura Day Power Reserve incisa sul vetro zaffiro. Il nuovo orologio è in serie limitata a 20 esemplari.

Translate »
Web
Analytics