Jaeger-LeCoultre: nel cuore dell’orologeria

Visita alla manifattura Jaeger-LeCoultre per sei soci de L’Orologio Club che, l’11 e 12 febbraio, hanno avuto l’opportunità di varcare la soglia di una delle marche più prestigiose e blasonate del panorama orologiero. Un’occasione rara per vivere in prima persona un ambiente unico poiché qui si svolge l’intero processo produttivo di un orologio: dal disegno dei primi prototipi alla realizzazione vera e propria, fino alla produzione in serie e, infine, alla manutenzione. Immancabile il tour nel reparto produzione movimenti della Maison, dove i pezzi di metallo grezzo vengono trasformati in quello che dopo molti passaggi diventerà il sostegno del movimento. Subito dopo essere usciti dalle macchine, i pezzi grezzi vengono presi in carico dagli addetti ai diversi tipi di finitura (lucidatura a specchio, perlage, soleil, côtes de Genève) che hanno il doppio scopo di abbellire il movimento e di catturare eventuali granelli di polvere tra i microsolchi. Tutti i passaggi di finitura e regolazione sono svolti a mano e in alcuni casi c’è un solo tecnico in grado di intervenire grazie a una competenza maturata negli anni. Per non disperdere il proprio preziosissimo patrimonio storico, Jaeger-LeCoultre ha creato il dipartimento Maison Heritage & Rare Pieces diretto da Stéphane Belmont, che dopo anni in azienda ha assunto la guida di un settore chiave dal quale dipende l’archivio, la Heritage Gallery (un vero e proprio museo) e l’assistenza per i pezzi vintage.

Translate »
Web
Analytics