Girard-Perregaux e Ulysse Nardin riattivano la produzione

Le manifatture Girard-Perregaux e Ulysse Nardin, facenti capo al Gruppo Kering, riaprono da oggi 27 Aprile gradualmente i propri stabilimenti produttivi in Svizzera, dopo la chiusura a causa del Coronavirus a metà del mese di Marzo. Infatti, la KWM (Kering Watches Manufactures) è ststa una delle prime a prendere parte alla lotta contro il Covid-19, prendendo la decisione di chiudere tutti i siti produttivi di Le Locle e la Chaux-de-Fonds. La transizione al lavoro da casa è stata fatta dove possibile, in particolare per i settori marketing, risorse umane e dipartimenti commerciali. Oggi le due manifatture sono orgogliose di annunciare un progressivo ritorno all'attività e la riapertura dei laboratori dei due brand dopo sei settimane di interruzione. Tutti i reparti non essenziali alla produzione proseguiranno il proprio lavoro da casa. Naturalmente, tutti gli orologiai e gli operatori che riprenderanno il lavoro saranno organizzati in piccoli team di circa 35 persone con orari scaglionati. Verranno inoltre prese stringenti misure in termini di igiene, che includono gel disinfettante, mascherine, la distanza sociale di sue metri tra gli impiegati, protezioni in plexiglas in tutte le aree delle reception, l'accesso di due persone per volta negli spogliatoi, ecc.

Translate »
Web
Analytics