Aria di novità per il Pasha de Cartier

Orologio cult fin dalla sua creazione, nel 1985, il Pasha de Cartier si rinnova senza tradire le sue origini. Diversi gli elementi introdotti, a partire dalla corona di carica impreziosita da uno spinello blu o uno zaffiro e personalizzata con un’incisione localizzata sotto il celebre copricorona con catenella che si svela alla vista soltanto quando quest’ultimo viene svitato. Altro elemento introdotto grazie alla nuova collezione di Pasha è l’intercambiabilità di bracciali e cinturini tramite il sistema QuickSwitch, costituito da un meccanismo invisibile messo a punto da Cartier e attivato da una semplice pressione. Il sistema SmartLink, oggetto di un brevetto depositato, consente poi di regolare la lunghezza del bracciale in modo autonomo e senza l’impiego di ulteriori strumenti. Ogni maglia SmartLink presenta un pulsante che consente di estrarre la barretta di fissaggio e di rimuovere o aggiungere una delle maglie in metallo dell’orologio Pasha de Cartier. Disponibile in acciaio, oro giallo, oro rosa e diamanti, la collezione propone diversi modelli, dagli esemplari gioiello a quelli concepiti per gli intenditori di orologeria in versione scheletrata. Molti di questi impiegano il calibro automatico 1847 MC, visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro: l’utilizzo di componenti amagnetici in nickel-fosforo per i meccanismi dello scappamento e del movimento, oltre che di una fibbia realizzata in una lega paramagnetica integrata alla cassa, consente a questo stesso calibro di resistere efficacemente ai forti campi magnetici cui può essere esposto un orologio. L’impermeabilità è garantita fino a 10 atmosfere.

Translate »
Web
Analytics