Addio a Baselworld 2021: si pensa a possibili nuovi concept espositivi

È arrivata oggi la notizia della cancellazione di Baselworld 2021, pianificata dal 28 gennaio al 2 febbraio 2021.
Si tratta di una decisione presa dal gruppo MCH con i rappresantanti degli espositori.  “Insieme agli espositori e ai visitatori, stiamo lavorando intensamente per chiarire e discutere i requisiti e le opzioni per le nuove piattaforme”, ha affermato Michel Loris-Melikoff, Managing Director di Baselworld. "Prenderemo una decisione sui possibili format entro l'estate e forniremo quindi informazioni sul nuovo concept e sul calendario".
Trovato inoltre un accordo in merito alla cancellazione definitiva dell'edizione 2020 (quella del 2021 sarebbe stata in realtà l'edizione 2020 posticipata a gennaio, da cui lo scontro fra espositori e organizzazione sulle costi non interamente rimborsati dalla fiera). Nel comunicato ufficiale si parla di una soluzione amichevole, approvata all'unanimità dal Comitato Consultivo e sostenuta anche dalle associazioni di categoria. “Accolgo con favore l'atteggiamento costruttivo del gruppo MCH, che ci ha permesso di trovare una soluzione equilibrata”, ha dichiarato Hubert J. du Plessix, Presidente del Comitato degli Espositori Svizzeri. "Vorrei anche ringraziare Patek Philippe, Rolex, Tudor, Chanel, Chopard, Hublot, Zenith e TAG Heuer che, in uno spirito di solidarietà con il settore nel suo insieme, hanno concordato un rimborso inferiore in modo che gli altri espositori possano beneficiare di condizioni migliori ". Bernd Stadlwieser, Ceo del gruppo MCH ha sottolineato: “Siamo lieti di di aver lavorato insieme e, in poco tempo, abbiamo trovato una soluzione accettabile per tutti. Vista la significativa perdita di entrate dovuta al Covid-19 e la nostra responsabilità verso tutte le parti interessate, questa soluzione segna il limite di ciò che era possibile. Con l'accordo amichevole per Baselworld 2020, ora possiamo concentrarci completamente sul futuro ".

Translate »
Web
Analytics