Seiko – 55 anni del Prospex

Per celebrare il 55° anniversario del suo primo orologio subacqueo, Seiko propone tre rivisitazioni dei modelli più importanti appartenenti al primo decennio della sua produzione. Il primissimo orologio subacqueo di Seiko (e del Giappone), presentato per l’appunto 55 anni fa, era caratterizzato da un movimento automatico e da una resistenza all’acqua fino a 150 metri e dimostrò di essere affidabile grazie all’utilizzo che ne fecero i componenti della spedizione di ricerca antartica giapponese dal 1966 al 1969. Nel 1968 venne creato il primo orologio subacqueo Seiko resistente all’acqua fino a 300 metri e con un movimento automatico a 10 oscillazioni. Fu utilizzato con successo dal primo giapponese che scalò l’Everest, ma questo risultato fu, almeno in parte, eclissato dalla ricezione, nello stesso anno, di una lettera di un sommozzatore professionista che affermava che nessun orologio subacqueo ancora creato poteva resistere alle condizioni che erano la sua realtà quotidiana nelle immersioni in saturazione. Il team Seiko si rese conto che era necessario un cambiamento tecnico per creare un orologio subacqueo che potesse veramente essere definito “professionale”. Così, nel 1975 la Casa produsse un orologio subacqueo fino a 600 metri (soprannominato “Tuna”) che superò i limiti di qualsiasi altro orologio subacqueo della storia. Fedeli al design originale, tutti e tre gli orologi presentati oggi da Seiko sono assolutamente al passo con i tempi nelle proprie specifiche ed esecuzioni. Il più grande progresso risiede nella qualità dell’acciaio inossidabile utilizzato per la costruzione delle casse, ovvero l’“Ever-Brilliant Steel”, un tipo di acciaio più resistente alla corrosione di quello utilizzato oggi nella maggior parte degli orologi di fascia alta. Le rivisitazioni del 1965 e del 1968 sono alimentate dal movimento ad alta frequenza 8L55 mentre quella del 1975 monta il calibro 8L35, entrambi sviluppati e assemblati espressamente per gli orologi subacquei nello Shizukuishi Watch Studio. Tutti e tre sono dotati di cristallo zaffiro. La rivisitazione del 1975 ha una resistenza antimagnetica aumentata di 40.000 a/m grazie al quadrante realizzato in puro ferro. Tutti e tre i modelli sono prodotti in un’edizione limitata di 1.100 pezzi. Infine, ai tre modelli in edizione limitata, il primo orologio subacqueo Seiko sarà celebrato anche con una reinterpretazione moderna completamente in acciaio inox. Si presenta con lo stesso quadrante speciale blu-grigio del 55° anniversario che caratterizza le tre rivisitazioni e viene fornito sia con un bracciale in acciaio inossidabile che con un cinturino di silicone. È alimentato dal calibro 6R35, che garantisce una riserva di carica di 70 ore. Sarà disponibile in un’edizione limitata di 5.500 esemplari.

Translate »
Web
Analytics