Bulgari: un importante supporto per la ricerca di un vaccino contro il Covid-19

Jean-Christophe Babin, CEO del Gruppo Bulgari

Bulgari ha annunciato oggi la nascita del Fondo Bvlgari Virus Free, un’organizzazione no profit che finanzierà istituzioni all’avanguardia che perseguono strategie di ricerca innovative per la remissione e la cura di diversi tipi di virus. In particolare il fondo supporterà due istituzioni principali: il Jenner Institute dell’Università di Oxford, un polo che raccoglie ricercatori impiegati nella creazione e sviluppo di numerosi vaccini, e l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani a Roma, già supportato dalla marca allo scoppio dell’emergenza Covid-19, attraverso il finanziamento di un microscopio altamente tecnologico.
In collaborazione con il Jenner Institute, il Fondo Bvlgari Virus Free offrirà anche due borse di studio a copertura dei quattro anni di dottorato. Queste iniziative non solo mirano a supportare gli studenti laureati e i ricercatori post-dottorato impiegati nella ricerca sul Covid-19, ma anche a sostenere la creazione del Bulgari Clinical Fund, un fondo per lo sviluppo e la sperimentazione clinica di nuove terapie, farmaci e vaccini in grado di contrastare il Covid-19 e i relativi ceppi di coronavirus.
Il Fondo Bvlgari Virus Free è stato costituito grazie a una significativa donazione da parte del brand, che darà anche ai propri clienti la possibilità di offrire il loro contributo attraverso donazioni volontarie, utilizzando un nuovo strumento innovativo: l’Aura blockchain network, che permette ai consumatori di tracciare la storia e l’autenticità dei beni di lusso. Applicato anche alla raccolta fondi, garantirà una totale tracciabilità delle donazioni (la marca è in prima linea con altre numerose iniziative benefiche come la collaborazione con Save the Children).

Translate »
Web
Analytics