I risultati della prima asta Faraone a “porte chiuse”

Una scommessa vinta per la Casa d’aste meneghina che, nonostante il periodo a cavallo del lockdown, ha concluso il suo primo appuntamento a “porte chiuse” del 29 giugno con l’aggiudicazione del 70% dei 107 lotti in catalogo ed un venduto di oltre 314.450 euro. La vendita ha potuto contare sulla grande partecipazione dei clienti italiani che inaspettatamente si sono aggiudicati gran parte dei lotti e in particolare i “top lot” più significativi sia nella parte gioielli che nella sessione dedicata agli orologi. Banditore per la parte gioielli, collegato in streaming visibile sul sito, il Ceo di Faraone Casa d’Aste, Vittoria Bianchi, che ha gestito un pubblico di offerenti collegato via telefono, attraverso 11 operatori, la piattaforma web, che da sola ha portato a un venduto di 96.000 euro, oltre le immancabili offerte scritte. Dopo una gara di rilanci tra web e telefono, il lotto 18, un bracciale in oro giallo firmato Faraone, è stato aggiudicato al telefono ad un cliente italiano per un valore di 9.500 euro contro una stima di 7.000 euro; il lotto 26, un anello a fascia firmato Federico Buccellati in oro giallo e bianco 18 carati con diamanti, invece è stato venduto ad un cliente web svedese per un valore di 3.500 euro mentre la stima era di 1.500 euro; il lotto 44, un diamante taglio brillante di 7,76 carati, è stato battuto per 29.000 euro contro i 23.000 della stima in favore di un cliente privato italiano. Sempre al telefono dopo una serie di rilanci anche l’anello (lotto 74) in platino con smeraldo colombiano ottagonale di circa 6,60 carati e diamanti è stato venduto “in patria” a 24.000 euro contro i 18.000 della base d’asta. A concludere la tornata dei gioielli il lotto 76, una collana di perle naturali, è stata aggiudicata telefonicamente ad un cliente svizzero per 5.500 euro contro i 2.000 del valore di partenza. Una sostituzione del banditore con Sergio Pellegrini, parte del board of directors di Faraone Casa d’Aste, ha aperto la seconda e conclusiva tornata dedicata agli orologi che ha visto la vendita dell’ultimo lotto 107, un Rolex Daytona Ref. 116523, per un valore di 11.000 euro in favore di un nuovo cliente web italiano. La Casa d’aste, una volta terminate le vendite after-sale tra una decina di giorni, si prepara per una nuova asta a tempo dal 13 al 23 luglio, dove verranno proposti argenti e orologi ed un successivo appuntamento a porte chiuse in programma per il 10 settembre.

Translate »
Web
Analytics