Parmigiani Fleurier: raffinata complicazione

In occasione del Grand Prix d’Horlogerie de Genève, in programma il prossimo 12 novembre, Parmigiani Fleurier è finalista nella categoria Calendario e Astronomico con il modello Hijri Perpetual Calendar. Primo calendario perpetuo islamico inserito in un orologio da polso, il nuovo modello presenta una cassa in platino da 44,5 mm e un quadrante in ottone color ardesia con ore, minuti e data in numeri arabi, nome e lunghezza dei mesi in grafia araba e, infine, gli anni “abbondanti” e quelli comuni. Riconoscibili al 6, su un cielo in avventurina, le fasi lunari che, nel mondo musulmano, scandiscono il tempo del calendario lunare islamico (Hijri) articolato in dodici mesi di 29 o 30 giorni e adottato per definire i giorni di festività dell’anno islamico. Diversamente dal calendario solare in uso nel mondo occidentale, i mesi del calendario lunare cambiano di anno in anno con una differenza per difetto rispetto al primo di dieci/dodici giorni. Di conseguenza, ogni mese cade in una stagione differente, contrariamente al calendario gregoriano. Cuore dell’orologio è un movimento meccanico a carica automatica di manifattura, calibro PF009, con 48 ore di riserva di marcia: è rifinito ad anglage e côtes de Genève ed è dotato di massa oscillante in platino con decoro “Grain d’Orge” guilloché. A completare il tutto è un cinturino in alligatore nero Hermès con fibbia ad ardiglione. Hijri Perpetual Calendar è anche tra i candidati del nostro premio Orologio dell’Anno 2020, nella categoria Calendari.

Translate »
Web
Analytics