Ultime notizie sul Lange 31

Ultime notizie sul Lange 31

Sul numero 155 de L’OROLOGIO abbiamo pubblicato in anteprima mondiale l’analisi tecnica del nuovo Lange 31. Oggi, dopo esserci recati a Glashütte, in Germania, per osservare dal vivo l’orologio, usufruiamo del Blog per aggiornarvi su alcuni interessanti particolari.

Prima di tutto, come nel caso del Tourbograph (realizzato in collaborazione con la Renaud & Papi di Giulio Papi), anche per il Lange 31 dobbiamo parlare di una collaborazione di alto livello tra la A. Lange & Söhne e un’altra azienda, che in questo caso è la Complitime S.A., società appartenente a Robert Greubel e Stephen Forsey, della Greubel Forsay.

Va qui chiarito che la marca A. Lange & Söhne appartiene al Richemont Group, colosso dell’orologeria che a settembre 2006 ha stretto una partnership con la società Greubel Forsay S.A., dopo anni di collaborazione fra i due orologiai (Robert Greubel and Stephen Forsey, appunto) e le marche del Gruppo. Primo figlio legittimo, quindi, di cotanto legame fra il Richemont Group e la Greubel Forsay, sembrerebbe proprio questo Lange 31.

Un plauso va ancora una volta alla A. Lange & Söhne per la trasparenza con cui gestisce le sue collaborazioni, specialmente quando portano alla nascita di segnatempo eccezionali come questo Lange 31 e come il Tourbograph. Tornando all’ultimo nato, il Lange 31 è un carica manuale con due bariletti sovrapposti che coprono un’area di tre quarti del calibro, per 31 giorni di riserva di carica.

La carica non si effettua attraverso la corona, ma per mezzo di una apposita chiave torsiometrica, con soli 31 giri.

Il prezzo di questo orologio, che nei numeri (i primi 31 modelli saranno consegnati solo a fine 2008, realizzati solo in platino) e nelle dimensioni (una cassa di ben 46 millimetri di diametro per 16 di spessore) si avvicina al concetto di derivazione automobilistica di “concept watch”, è di 135.000 euro. Più esclusivo di così…

Translate »
Web
Analytics