Omega in mostra al KaDeWe di Berlino

Omega in mostra al KaDeWe di Berlino

In attesa delle vacanze, ecco una preziosa informazione per chi ha in programma un viaggio a Berlino questa estate. Omega annuncia una mostra di segnatempo al KaDeWe, il famoso department store berlinese, dal 12 luglio al 25 agosto. E un’altra iniziativa speciale, l’11 luglio, in collaborazione con Antiquorum.

Biel, 5 luglio 2007 - Per celebrare due speciali anniversari, quest'anno la rinomata Maison orologiera svizzera Omega presenta, presso KaDeWe, sulla Tauentzienstrasse a Berlino, la mostra 159 Years In The Making (“159 anni di tradizione”). L'iniziativa, che si terrà dal 12 luglio al 25 agosto, fa parte delle manifestazioni organizzate per festeggiare il centenario di KaDeWe e rappresenta inoltre un'opportunità di richiamare l'attenzione sul cinquantesimo anniversario dello Speedmaster Professional, il leggendario cronografo Omega che accompagnò Neil Armstrong sulla Luna nel 1969.

Durante la serata inaugurale della mostra, il prossimo 11 luglio, Antiquorum, casa d'aste leader nel campo dell'orologeria, batterà all’asta quattro ambitissimi Speedmaster in edizione limitata realizzati espressamente per questo Cinquantenario. Le tre versioni in oro di questi segnatempo (rosso, bianco e giallo) sono in edizione limitata a 57 pezzi, mentre l’acciaio a 1957.

In occasione della mostra le vetrine di KaDeWe esporranno 10 segnatempo aggiudicati all’asta Omegamania, fra cui il Planet Ocean indossato dal nuovo James Bond, Daniel Craig, durante le riprese di Casino Royale. Gli orologi saranno accompagnati dal prezzo di pre-vendita e da quello a cui sono stati effettivamente venduti.

159 Years In the Making è dedicata alle quattro pietre miliari di Omega. La prima è Hour Vision, nuovo segnatempo della linea De Ville dotato del movimento meccanico all'avanguardia realizzato internamente da Omega, visibile attraverso i quattro oblò in cristallo zaffiro lungo i lati della cassa e sul fondello.

Gli ospiti potranno quindi ammirare una serie di speciali orologi da tasca e segnatempo dedicati ai Giochi Olimpici e un espositore dedicato all'Omega Countdown Clock per Pechino 2008. Uno speciale banner riporta le 25 edizioni dei Giochi Olimpici (da Los Angeles 1932 a Londra 2012), che hanno visto o vedranno Omega in veste di Cronometrista Ufficiale. La terza sezione della mostra è dedicata agli articoli di alta gioielleria Omega, con alcuni fra i più affascinanti segnatempo da donna presenti nelle principali collezioni Omega: Constellation, Seamaster, Speedmaster e De Ville.

L’orologio che andrà in asta l’11 luglio è lo Speedmaster Professional Moon Watch in serie limitata (in foto la evrsione in acciaio), che riporta applicato sul quadrante il logo OMEGA originale del 1957: il numero individuale, 00/57 per le tre versioni in oro e 0000/1957 per quella in acciaio, è collocato immediatamente sotto. Rispetto allo Speedmaster del 1957, munito delle lancette “Broad Arrow”, lo Speedmaster Professional Moon Watch ha adottato, a partire dal 1963, le lancette “Dauphine”, più sottili, con una conseguente migliore visibilità dei contatori cronografici. Le lancette di ore e minuti, quella centrale dei secondi cronografici e gli indici orari a bastone sono trattati con Super-LumiNova, per una leggibilità ottimale in qualsiasi condizione, sulla terra o nello spazio. Il quadrante in smalto è protetto da un vetro zaffiro con finitura antiriflesso; la cassa, di 42 mm di diametro, è impermeabile fino a 100 metri di profondità.

Se dal punto di vista estetico l'orologio rappresenta una replica dello Speedmaster Professional indossato sulla Luna, il cuore meccanico di questa edizione in serie limitata funziona con una precisione superiore, grazie al movimento a carica manuale Calibro OMEGA 3201 con scappamento Co-Axial. Introdotto da OMEGA nel 1999, questo speciale dispositivo consente di ridurre la necessità di lubrificazione del meccanismo, con un considerevole incremento di affidabilità e precisione, come testimonia il Certificato Ufficiale di Cronometro rilasciato dal COSC. Lo smistamento con ruota a colonne di cui è dotato il cronografo, garantisce il miglior azionamento delle funzioni di start-stop e rimessa a zero. Il fondello, serrato a vite e con oblò in vetro zaffiro, consente di ammirare la finitura del movimento, con viti in acciaio azzurrato e decorazioni a perlage e Côtes de Genève di ponti e platina.

Anche il bracciale è stato profondamente modificato. Gli appassionati di voli spaziali ricorderanno il cinturino ‘Velcro’, ideato per fissare lo Speedmaster sulle tute degli astronauti nel corso delle missioni spaziali. L'attuale 50th Anniversary Limited Series Moon Watch è invece equipaggiato con il bracciale brevettato OMEGA “a viti e perni”, ispirato al primo bracciale degli anni '60. Grazie a tale sistema, è possibile modificare la misura del bracciale con estrema facilità. Disponibile nelle versioni in oro rosso, oro giallo, oro bianco e acciaio, il bracciale ha maglie che alternano finiture lucide e satinate; lo Speedmaster Moon Watch Chronograph può essere abbinato anche a un cinturino in alligatore nero con fibbia déployante personalizzata.

L’Omega Speedmaster Professional Moon Watch commemorativo verrà distribuito in un cofanetto in legno realizzato a mano, impreziosito da uno splendido intarsio sul coperchio raffigurante il tradizionale cavalluccio marino. Il cofanetto contiene il certificato di autenticità, un cinturino in alligatore nero e una serie di strumenti. Sul coperchio sono intagliate otto date, che celebrano i momenti più importanti dello Speedmaster: 1957, lancio dello Speedmaster; 1965, esordio dello Speedmaster nello spazio durante la missione Gemini IV; 1968, lo Speedmaster accompagna la spedizione Plaisted al Polo Nord; 1969, allunaggio dell'Apollo 11 e passeggiata lunare; 1970, la tormentata missione Apollo 13; 1975, la storica manovra di aggancio nello spazio nel corso della missione USA-USSR Apollo-Soyuz; 2007, cinquantesimo anniversario dello Speedmaster e 2011, anno previsto per la circumnavigazione del globo da parte del SolarImpulse, mezzo azionato unicamente dall'energia solare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics