Eberhard & Co. - Asta record per il “Sistema Magini”

Un cronografo rattrappante Eberhard & Co. è stato tra i protagonisti di un episodio poco conosciuto della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1942, infatti, volò da Roma a Tokyo, andata e ritorno. Siamo in piena Guerra Mondiale e le potenze dell’Asse non possono comunicare tra loro via radio perché i codici segreti sono stati decrittati dagli anglo-americani. Italia, Germania e Giappone decidono di collegare i tre paesi con un regolare servizio aereo, anche per trasmettersi i nuovi codici. Gli italiani saranno gli unici a riuscirvi, grazie ad un orologio. Stiamo parlando del “Sistema Magini”, in seguito chiamato “Metodo Magini”, di Eberhard & Co., che è stato protagonista assoluto della vendita organizzata dalla casa d’aste Meeting Art, in quanto battuto al prezzo straordinario di 56.000 euro Il compratore è ignoto, certo invece è il valore del modello della Maison di Bienne che ha contribuito in modo sostanziale al progresso tecnico e scientifico della storia dell’aviazione militare italiana.

Lo splendido segnatempo, battuto all’asta ad un prezzo di assoluto rilievo, è un esemplare unico progettato per la navigazione aerea e prende il nome dal navigatore a cui era stato dato in dotazione, e che fu uno dei protagonisti dell’eccezionale episodio storico: Publio Magini. Realizzato all’inizio degli anni ‘40, il cronografo rattrappante 24 Ore di Eberhard & Co. ha la cassa in metallo cromato con pulsante coassiale alla corona, pulsante rettangolare al 4 per le funzioni cronografiche, e pulsanti correttori al 16 a al 24 per la rimessa rapida del mese e della data. La scritta “Sistema Magini” è riportata sul quadrante, ruotato di 15°, argentato con 24 ore smaltate e divisione a 60 minuti/secondi, finestrelle con indicazione del mese al 12 e della data al 24. Il movimento è a carica manuale, mentre sia il quadrante che la cassa sono firmati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics