Veri maniaci

Questa volta più che trattare il dopo, vorrei parlarvi di una cosa che capita durante l’acquisto. Forse voi non lo sospettate, ma le pellicole che rivestono gli orologi prima di essere indossati per la prima volta, il numero di serie o il codice a barre riportati sulla soprascatola di cartone o sui porta garanzie, i cartellini dei prezzi, e tutto quello che è attaccato all’orologio nuovo rivestono per la stragrande maggioranza dei clienti e soprattutto per gli stranieri (asiatici in pole position) una grande importanza, forse ancor più dell’orologio stesso. La mancanza di una sola di queste inutili cose potrebbe addirittura pregiudicare la vendita. Non raccontiamo bugie, peccato che per motivi di privacy non si possano filmare le scene della durata di circa decine di minuti che hanno per protagonisti questi pittoreschi clienti, intenti a controllare millimetro per millimetro che tutte le plastichine siano al loro posto, che i numerini sulla orrenda soprascatola siano quelli giusti corrispondenti alla matricola impressa sull’orologio. Da notare che le scatole per lo più sono le stesse per vari modelli e che per questo una vale l’altra per noi persone “distratte“… ma non per loro. Qualcuno di voi forse non acquisterebbe un’autovettura perché il concessionario ha tolto la cera protettiva con la quale le automobili arrivano dalla fabbrica? O perché mancano le plastiche trasparenti messe a protezione dei fari? O perché hanno tolto la carta con i codici a barre dalle gomme o dai paraurti? Non credo proprio e poi... il concessionario potrebbe essere tentato di chiamare la neuro. Alcuni giorni fa abbiamo chiesto informazioni a una Casa orologiera su alcuni numeri posti a lato della orrenda soprascatola in cartone, in quanto in parte corrispondevano e in parte no e quindi, per evitare una crisi diplomatica, gli autori di cotanto errore hanno ristampato l’etichetta giusta come da ordinazione. Ed ecco scampato il dramma e venduto l’orologio. Ogni volta ripetiamo al cliente che noi vendiamo l’orologio e che, se veramente sono dei cultori, dovrebbero pensare solo all’orologio, al suo meccanismo, a quanto sia affascinante il suo design, al piacere di indossarlo e alla durata nel tempo. Cosa importa se il codice a barre o i numerini scritti al computer sul sigillo di plastica stampata “finto ceralacca“ siano quelli giusti o no?

Translate »
Web
Analytics