BaselWorld 2014 - La conferenza stampa

È terminata da poco, alla presenza di numerosi giornalisti da tutto il mondo, la conferenza stampa che ha dato il via all'edizione 2014 del Salone di Basilea. Il primo intervento è stato quello di René Kamm, CEO di MCH Svizzera, che ha sottolineato l'importanza dell'internazionalità di eventi come BaselWorld e Art Basel. Sylvie Ritter, amministratore delegato della manifestazione orologiera, ha puntato invece l'attenzione sul ruolo fondamentale della stampa nella diffusione di nuove tendenze e cambiamenti che ruotano intorno a questo settore: “Il nostro spettacolo è un microcosmo dell'industria, dove per una settimana all'anno tutti i protagonisti del mondo dell'orologeria e della gioielleria si riuniscono, riflette i cambiamenti, le tendenze e le innovazioni all'interno di tutto il settore”. La Ritter ha continuato il suo intervento parlando di quanto il mercato degli orologi e dei gioielli si sia evoluto negli ultimi dieci anni e di come BaselWorld sia una riflessione accurata delle realtà del settore e dei suoi protagonisti, in grado di combinare modernità, lusso, estetica ed efficienza. “Questo è il luogo dove si possono scoprire le nuove creazioni, alcune delle quali saranno senza dubbio modelli di punta nei prossimo anni”, è il giudizio espresso da Jacques J. Duchêne, Presidente del Comitato Espositori. François Thiébaud, Presidente del Comitato degli Espositori svizzeri, ha invece illustrato i dati di vendita dello scorso anno, affermando che l'industria orologiera svizzera ha registrato un leggero incremento nel 201 , con le esportazioni a +1,9% rispetto al 2012, per un totale di quasi 22 miliardi di franchi svizzeri. La conferenza stampa si è conclusa con una nota positiva riguardo ai primi dati 2014: le esportazioni in gennaio e febbraio hanno toccato i 3,3 miliardi di franchi svizzeri, in aumento già del 6,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Translate »
Web
Analytics