Divino da Pisa Orologeria

In occasione della cinquantatreesima edizione del Salone del Mobile e delle Giornate Europee dei Mestieri d’Arte, Pisa Orologeria ha presentato un’opera di design che nasce dal connubio tra artigianalità e luce. All’interno della Galleria dello storico Spazio di Via Verri di Pisa Orologeria è esposto, fino a domenica 13 aprile, Divino: si tratta di un lampadario a luce perpetua che si ispira all’orologio a magnetismo terrestre ideato e costruito nel 1958 da Divino Pisa, fondatore insieme ad Ugo Pisa di Pisa Orologeria. L’opera, con il suo bilanciere privo di spirale, funzionava senza bisogno di alcuna fonte di energia bensì in virtù del solo magnetismo terrestre. Questo meccanismo è stato esposto per alcuni anni al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, dove è stato al centro di alcuni scontri culturali da parte di autorevoli teorici che ne dubitavano il principio di funzionamento. Il lampadario, la cui progettazione è firmata 7, è composto da due dischi che, collegati tra loro da una barra di ottone, emanano luce in tre differenti direzioni. In continuità con la mostra organizzata il 31 marzo a Milano da Vacheron Constantin per le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte relativa alla “trasmissione del sapere”, la sera dell’8 aprile si è svolto un incontro dedicato a selezionati clienti di Pisa Orologeria che hanno avuto la possibilità di osservare da vicino un maestro incisore della storica manifattura. Per l’occasione sono anche stati esposti alcuni rarissimi esemplari della collezione Mécaniques Ajourée.

Translate »
Web
Analytics