Votate l’Orologio dell’Anno 2014!

Terza edizione per il premio Orologio dell’Anno, che conferirà il titolo di campione nella propria categoria a ognuno dei 12 esemplari scelti, entro la fine dell’anno, dai lettori de L’OROLOGIO. Protagonisti trentasei orologi, suddivisi in dodici categorie, selezionati dalla Redazione de L'OROLOGIO (Dody Giussani, Simonetta Suzzi, Fabrizio Giussani e Valentina Ronchi) fra tutti quelli presentati dalle Case in questo 2014. Ora la palla passa a voi lettori: sarete voi a decretare i vincitori 2014 attraverso la scheda pubblicata ogni mese sulla rivista oppure attraverso il modulo online. Fra questi campioni di meccanica, design, originalità, innovazione, complicazione, savoir-faire e rapporto qualità/prezzo, vi chiediamo di scegliere quello che secondo voi, in ogni categoria, è il migliore, quello che merita l'appellativo di Orologio dell'Anno.

 

Queste le sezioni 2014: Solotempo, Cronografo, Subacqueo, Orologio Complicato, Tourbillon, Tecnica, Design, Savoir-Faire, Donna, Rapporto Qualità/Prezzo per tre differenti fasce di prezzo. Alla categoria Solotempo appartengono quei modelli che non presentano complicazioni ma che si caratterizzano per l’alto profilo progettuale e per la realizzazione in sé che li porta a distinguersi da qualsiasi altra tipologia di segnatempo. Sezioni come quella dei Cronografi e dei Subacquei non hanno bisogno di eccessive presentazioni, se si considera il loro aspetto prettamente funzionale, conosciuto dalla maggior parte degli appassionati di questa tipologia, conoscitori esperti o anche semplici profani; discorso analogo per gli orologi da donna, per i quali non riteniamo necessarie delucidazioni in merito. Sganciata invece dall’etichetta del puro funzionalismo è la categoria Tourbillon, della quale fanno parte esemplari dalla costruzione meccanicamente complessa, se si pensa al geniale dispositivo dal quale prendono il nome, ed esteticamente di grande impatto. Se alla sezione Tecnica sono riconducibili quei segnatempo che si contraddistinguono per l’innovazione e la ricerca tecnologica che rappresentano e che non sempre possono essere assimilati ai complicati puri, con la denominazione Design e Savoir-Faire si fa riferimento, rispettivamente, a segnatempo dotati di una meccanica particolare, che influisce anche sulla godibilità dello stile che promuovono, e a orologi che riflettono l’inconfondibile saper fare delle Maison che li realizzano e che si basa sulla trasmissione di saperi antichi applicati alle tecniche di realizzazione più moderne. Alla voce Orologio Complicato fanno invece capo tutti quegli esemplari muniti di una o più complicazioni contemporaneamente, come calendario perpetuo, fasi lunari e ripetizione minuti. Simili nelle caratteristiche e facilmente raffrontabili tra loro sono, infine, gli orologi che rientrano nella sezione Rapporto Qualità/Prezzo, suddivisa in tre fasce distinte (sotto i 2.000 euro, da 2.000 a 10.000 euro; sopra i 10.000 euro).

 

Volete contribuire alla vittoria dei vostri beniamini? E allora datevi da fare e premiate con noi l'Orologio dell’Anno 2014!

Translate »
Web
Analytics