Tipi di cronografo

Un cronografo può essere semplice, rattrapante o flyback. Il primo serve a misurare eventi brevi per mezzo di due pulsanti presenti sulla carrure: quello in alto aziona la partenza e lo stop della lancetta dei secondi, solitamente centrale; quello in basso viene utilizzato, dopo aver arrestato il meccanismo, per la rimessa a zero della stessa lancetta. Il rattrapante (o sdoppiante) è un tipo di cronografo impiegato per la misurazione di due eventi in contemporanea o per rilevare un tempo intermedio: una seconda lancetta dei secondi cronografici, sovrapposta alla prima, può infatti essere fermata indipendentemente dall'altra per rilevare sia i tempi parziali di un avvenimento che l'arrivo in successione di due concorrenti in un'eventuale gara. Il meccanismo rattrapante è sovrapposto a quello di un normale cronografo e prevede una seconda ruota dei secondi cronografici coassiale a quella principale, sulla quale è inserita la lancetta sdoppiante, bloccabile mediante un terzo pulsante. Nei movimenti meccanici la presenza del cronografo rattrapante è indice di elevata raffinatezza meccanica, vista la sua complessità costruttiva. A differenza di un cronografo semplice, nel quale la sequenza di funzionamento si divide in tre fasi ben distinte (avvio, stop e azzeramento), nel cronografo flyback (detto anche “retour en vol”) è possibile effettuare velocemente la misurazione di due o più eventi in sequenza senza passare attraverso la fase di arresto e ripartenza ma premendo il solo pulsante di azzeramento che avvierà una nuova misurazione senza fermare la precedente.

Translate »
Web
Analytics