Classique Double Tourbillon Quai de l’Horloge,
la nuova “scultura” a firma Breguet

Breguet presenta un pezzo eccezionale, di quelli che fanno sognare a occhi aperti. E lo fa rielaborando il suo Double Tourbillon, lanciato nel 2006. Ora, finalmente ci viene da dire, il prezioso meccanismo che muove i due tourbillon si può osservare attraverso un quadrante in vetro zaffiro, che rivela il ruotismo con differenziale centrale del calibro 588N, a carica manuale. La coppia di tourbillon, che condivide il ponte superiore, ruota di un giro ogni 12 ore, imperniato ognuno sulla platina pivotante anch’essa attorno a un grande cuscinetto a sfere centrale. I tourbillon, naturalmente, ruotano anche ognuno su se stesso, regolando la marcia del movimento, grazie al differenziale che li collega. Gli organi di regolazione, connessi, compiono così una doppia rotazione, trascinando nel loro corso la lancetta delle ore, costituita dal ponte di sostegno dei due tourbillon. L'indicazione dei minuti avviene invece tramite una lancetta classica al centro. Messo a nudo, dal calibro spunta il fianco interno della carrure, sul quale si stacca, incisa a mano, l'ombra dei numeri romani del giro delle ore in vetro zaffiro. Il fondello riporta un'incredibilmente bella incisione realizzata a mano, rappresentante l'edificio di Quai de l’Horloge a Parigi che è stato il primo atelier di Abraham-Louis Breguet L'orologio è corredato di cinturino Stone in ardesia naturale e caucciù, con fibbia déployante tripla in platino, stesso materiale della cassa.

Translate »
Web
Analytics