Code 11.59 by Audemars Piguet Grande Sonnerie Carillon Supersonnerie

Audemars Piguet compie un ulteriore passo in avanti con la collezione Code 11.59 by Audemars Piguet grazie al lancio di cinque segna­tempo Grande Sonnerie Carillon Supersonnerie, ognuno dotato di un quadrante in smalto personaliz­zato unico, realizzato da Anita Porchet e dal suo atelier. Questi raffinati orologi rendono omaggio a generazioni di artigiani che si sono costantemente avvalsi di tecnologie all’avanguardia, senza mai per­dere di vista la loro artigianalità ancestrale.Dunque, per celebrare la complessità e la rarità degli orologi Grande Sonnerie, Audemars Piguet ha collaborato con la nota artigiana smaltatrice svizzera Anita Porchet per la creazione di quadranti in smalto “Grand Feu” realizzati a mano. Per l’occasione, ha ideato una trilogia di quadranti in smalto decorati con antichi lustrini d’oro (i “paillons”) che risalgono a oltre un secolo fa e coniugano perfettamente savoir-faire ancestrale e design contemporaneo. “Il Grande Sonnerie è il non plus ultra degli orologi con suoneria. Come in un’orchestra, la sincronizzazione dei componenti deve essere perfetta per garantire la suoneria automatica delle ore e dei quarti. Sono stati necessari 4 anni per vincere la sfida di associare questo meccanismo tradizionale alla nostra tecnologia Supersonnerie, che abbiamo dotato della funzione Carillon (3 gong)” ha dichiarato Lucas Raggi, Direttore Sviluppo Audemars Piguet Il Code 11.59 by Audemars Piguet Grande Sonnerie Carillon Supersonnerie monta un nuovo movimento a carica manuale, il calibro 2956, che unisce la tradizionale complicazione Grande Sonnerie alla tecnologia Supersonnerie brevettata, introdotta dalla Manifattura nel 2015 con la collezione Royal Oak Concept. Questo complesso calibro, composto da 489 componenti, testimonia lo spirito che non scende a compromessi di Audemars Piguet. Un segnatempo Grande Sonnerie non solo suona le ore, i quarti e i minuti a richiesta come farebbe un tradizionale ripetizione minuti. Come l’orologio di un campanile, può anche segnare le ore e ogni quarto in modo predefinito, senza alcun coinvolgimento da parte di chi indossa l’orologio. La presenza di un carillon implica il fatto che il Grande Sonnerie Supersonnerie sia dotato di 3 gong e di 3 martelli invece dei 2 di un orologio con suoneria standard e pertanto segna i quarti d’ora con 3 note in successione (alta, media, bassa) invece di 2. Nella posi­zione Petite Sonnerie, l’orologio suona solo le ore, men­tre la suoneria automatica è disattivata nella modalità silenziosa. Così come per il meccanismo della ripetizione minuti, la suoneria può essere attivata da parte di chi indossa l’orologio in qualunque momento. Decorato a mano nei minimi dettagli secondo raffinate tecniche di rifinitura, il calibro 2956 coniuga tradizione e innovazione. Oltre alla realizzazione del suo complesso meccani­smo e al quadrante in smalto, la cassa in oro bianco  a 18 carati da 41 mm del Code 11.59 by Audemars Piguet Grande Sonnerie Carillon Supersonnerie sorprende per i det­tagli contrastanti e le raffinate tecniche di rifinitura che solitamente ritroviamo sui calibri.

Translate »
Web
Analytics