Greubel Forsey – GMT Quadruple Tourbillon

GMT Quadruple Tourbillon

Nuovo materiale, nuovi colori, nuove finiture per questa edizione limitata del GMT Quadruple Tourbillon di Greubel Forsey, orologio anti­conformista sotto ogni aspetto, primo fra tutti la sua costruzione. Con il Quadruple Tourbillon, seconda invenzione fondamentale di Greubel Forsey, si vuole raggiungere l’obiettivo di annul­lare gli scarti di marcia dovuti alla forza di gravità terrestre in tutte le posizioni assunte dall’orologio, soprattutto in quelle stabilizzate. Per riuscire nell’impresa, il tourbillon originale ha subito diverse modifiche: innanzitutto, è stato inclinato di 30°, poi è stato raddoppiato e infine quadruplicato. Il risultato si compone di due doppi tourbillon sincronizzati, in cui una prima gabbia inclinata di 30° compie una rota­zione in un minuto, inserita in una seconda gabbia piatta che effettua una rotazione in 4 minuti. Un differenziale sferico connesso a ciascuno dei quattro tourbillon trasmette la media di marcia, migliorando notevolmente la performance cro­nometrica dell’insieme. Inoltre, il nuovo GMT Quadruple Tourbillon si conferma orologio anticonformista su molti fronti, anche quello estetico. Con questa esclusiva versione in titanio blu, la Casa offre una inedita alternativa ai metalli nobili tradizionalmente pro­posti dall’Alta Orologeria. Il titanio offre diversi vantaggi: più leggero e al tempo stesso più resi­stente dell’acciaio, si caratterizza per l’insensibi­lità alla corrosione e ai campi magnetici. L’elevata durezza del titanio, che contraddistingue la cassa da 46,5 mm del GMT Quadruple Tourbillon, pone grandi sfide di fabbricazione e finitura dei componenti, quali il pulsante GMT, la fibbia pieghevole e la corona. Nuove finiture sono state appositamente messe a punto per questo modello, come il giro delle ore cerchiato, smussato e lucidato, proposto per la prima volta in blu. La platina è proposta in grigio con lavo­razione grené, come pure i ponti, smussati e con fianchi rifiniti. Questa variante blu proietta una nuova luce sul globo terrestre a ore 8. Creazione originale di Greubel Forsey lanciata esattamente dieci anni fa (nel 2011), il globo terrestre consente di visualiz­zare contemporaneamente diversi fusi orari: lato quadrante, con l’indicazione delle 24 ore che circonda il globo terrestre in costante rotazione; lato fondello, con un disco che raffigura le 24 città di riferimento dei diversi fusi orari. Il disco con­sente anche di distinguere le città che applicano l’ora legale (in chiaro) da quelle che non la applicano (in scuro). Una finestra in vetro zaffiro completa l’insieme: posizionata all’equatore, offre una vista completa sulla Terra in movimento, i cui continenti appaiono circondati dalle masse oceaniche blu, tinta che richiama la nuova finitura blu del giro delle ore, della riserva di carica e del cinturino.

Translate »
Web
Analytics