Louis Erard: l’unicità a portata di tutti

Edizione limitata a 99 esemplari per l’Excellence Émail Grand Feu, orologio che segna il debutto di Louis Erard nel panorama dei mestieri d’arte. Protagonista di questa nuova creazione è il quadrante, lavorato a mano grazie alla sovrapposizione di diversi strati di smalto sulla sua superficie e altrettanti passaggi in forno a 800°C (da qui il nome “Grand Feu”). Per la sua realizzazione la Casa si è affidata all’atelier Donzé Cadrans di Le Locle, appartenente alla manifattura Ulysse Nardin e nome di riferimento per alcuni dei più prestigiosi brand del settore. Il risultato è un bel quadrante color crema, percorso da indici e lancette azzurrati e dall’indicazione dei piccoli secondi al 6. Il tutto racchiuso da una cassa in acciaio lucido da 42 millimetri, allacciata al polso da un cinturino in pelle di vitello color caffè. Il movimento è meccanico a carica automatica, calibro Sellita SW261-1, visibile grazie all’apertura sul fondello. La vera particolarità di questo modello è legata al suo prezzo di 3.900 franchi svizzeri, decisamente accessibile per un orologio che presenta questo tipo di lavorazione, fattore che solitamente ne fa lievitare il costo. Le ragioni di questo tipo di scelta vanno individuate, da quanto ci spiegano in azienda, nella volontà di ridurre i margini di profitto, nella produzione molto limitata (una quindicina di pezzi al mese), che agevola le vendite limitando i livelli di stock, e nell’utilizzo di componenti già impiegati su altri modelli nonostante ogni nuovo orologio goda comunque di un proprio sviluppo e una propria identità.

Translate »
Web
Analytics