Jaquet Droz in mostra a Milano

La Maison Jaquet Droz è stata invitata a esporre le proprie creazioni in occasione di un’esposizione eccezionale che si terrà a Milano dal prossimo 1° maggio ed intitolata “Robot. The Human Project". Si tratta di una delle prime mostre al mondo a documentare la passione per la creazione di androidi. Dagli automi dei secoli scorsi ai robot più moderni, l’obiettivo è quello di creare un’alternativa meccanica all’uomo e, nei limiti del possibile, dotarla di tratti umani, dalle espressioni, passando per i gesti, e fino ad arrivare all’intelligenza artificiale. Era questo anche l’obiettivo di Pierre Jaquet Droz, che 250 anni fa creò i suoi primi automi. The Writer, The Draughtsman e The Musician, presentati a La Chaux-de-Fonds nel 1774, hanno segnato una svolta storica nel passaggio da automi a veri e propri androidi, dando vita al mito di Jaquet Droz nelle corti europee. Queste creazioni continuano ad essere ancora oggi fonte di ispirazione per i segnatempo della Maison.  La richiesta del MUDEC (Museo delle culture) dimostra l’importanza del contributo della Manifattura a questo lungo percorso. Jaquet Droz ha dunque accettato di partecipare all’esposizione presentando alcuni dei suoi automi più prestigiosi: un uccello canoro (1790), una gabbia per uccelli animati (1780), un orologio da tasca uccello canoro (1785) e The Poet (2018). La mostra “Robot – The Human Project” si terrà a Milano fino al 1° agosto ed unisce fascino e ispirazione, immaginazione e creatività, in uno scenario interattivo che saprà sicuramente soddisfare la curiosità di chi apprezza “l’Arte della Meraviglia”, molto cara a Jaquet Droz.

 

Translate »
Web
Analytics