L’asta Only Watch per la ricerca

Torna Only Watch, la tradizionale asta benefica organizzata ogni due anni a sostegno dell’Associazione Monegasca contro le Miopatie, per accelerare la ricerca scientifica sulla Distrofia Muscolare di Duchenne, una patologia genetica rara che colpisce prevalentemente i bambini maschi e si manifesta già nella primissima infanzia. 54 i marchi partecipanti e 53 gli orologi che andranno in asta il prossimo 6 novembre, in collaborazione con Christie’s, presso l’Hôtel des Bergues Four Seasons di Ginevra. Una delle caratteristiche principali dell’edizione 2021 dell’evento, la nona in ordine di tempo, riguarda il cambio di colore: Only Watch abbandona il blu istituzionale per passare a un arancione acceso, ripreso a tratti sulla maggior parte dei segnatempo che andranno in vendita, tutti pezzi unici, realizzati appositamente per l’occasione. A osare su un quadrante interamente arancione sono invece Maurice Lacroix e Speake-Marin.
Patek Philippe ha scelto di offrire un orologio da scrivania, Ref. 27001M-001, ispirato a un desk clock venduto a James Ward Packard nel 1923 e oggi conservato al Patek Philippe Museum di Ginevra. L’orologio monta un nuovo calibro complicato con calendario perpetuo, fasi lunari, numero della settimana e indicatore della riserva di carica (di 31 giorni).
Girard-Perregaux ha invece rispolverato un’icona degli anni ’70, il Casquette, orologio al quarzo con display verticale a led, ma rivisitato dal Bamford Watch Department.
Tudor mette a disposizione un originale Black Bay GMT Master Chronometer (ricordiamo che sono già due i Black Bay di Only Watch poi passati in produzione), caratterizzato da una nuova finitura a effetto invecchiato su bracciale, cassa e perfino movimento, grazie a due diverse tecniche: una per l’acciaio inossidabile dell’habillage e una per ponti e platina in ottone del calibro automatico.
Audemars Piguet mette all’asta un Royal Oak “Jumbo” Extra-Thin Ref. 15202, l’ultimo a essere alimentato dal calibro 2121 di derivazione Jaeger-LeCoultre, il più sottile movimento automatico con rotore centrale e indicazione della data del suo tempo, introdotto per la prima volta sul Royal Oak nel 1972. L’orologio combina cassa e bracciale in titanio sabbiato con il Bulk Metallic Glass lucidato utilizzato per la lunetta.
Nel modello FFC Blue, basato su un’idea originale di Francis Ford Coppola e François-Paul Journe, protagonista è un automa a forma di mano le cui dita mobili appaiono o scompaiono istantaneamente per indicare il tempo. Con cassa unica in tantalio e lancetta blu, caratteristica di tutti gli orologi Journe creati per Only Watch, è equipaggiato dal calibro 1300.3, meccanico a carica automatica in oro rosa a 18 carati, con massa oscillante unidirezionale in oro 5N a 22 carati.
Cyrus Genève ha realizzato il Klepcys DICE Only One (dove DICE sta per Double Independent Chronograph Evolution), inedito cronografo monopulsante in grado di misurare due tempi brevi in modo indipendente l’uno dall’altro oppure in sincronia. Da non confondere quindi con la versione rattrapante dove la doppia lancetta rileva il tempo di due fenomeni che hanno lo stesso inizio ma terminano in tempi diversi o indicano un intervallo di tempo intermedio. Il suo cuore è il nuovo calibro di manifattura CYR718 a carica automatica, dotato di due movimenti cronografici indipendenti e due assi di visualizzazione: uno corrisponde ai secondi crono e l’altro al contatore di 30 minuti del doppio cronografo.
Breguet porterà in asta una fedele riproduzione del suo celebre orologio da pilota, il Type XX, con cassa dal diametro contenuto di 38 mm conforme all’originale, corona dritta, come quella dei modelli Type XX per uso civile, e quadrante color bronzo che è un ammiccamento ai rarissimi modelli civili e militari venduti negli anni ’50 e ’60.
Il pezzo unico realizzato da Hublot per l’occasione è il Big Bang Tourbillon, orologio tagliato nello zaffiro trasparente e arancione che lascia intravedere il calibro MHUB6035, movimento tourbillon di manifattura a carica automatica con ponti in zaffiro.

Translate »
Web
Analytics