Blancpain per la conservazione
degli oceani

Nell’ambito di questa partnership, il 9 agosto Blancpain e Oceania daranno inizio alla spedizione “Progetto Alacranes”, che consentirà di esplorare le profondità di due zone che ospitano alcune delle più grandi ricchezze sottomarine del golfo del Messico. Durante un periodo id 15 giorni,  la barca della spedizione navigherà attraverso il Parco Nazionale Arrecife Alacranes, che comprende anche una zona chiamata Bajos del Norte (“Scorpion Reef” in inglese). La missione ha come scopo quello di documentare lo stato di salute delle biodiversità e di svelare i segreti di queste barriere, poco soggette agli effetti delle attività umane. Quello di Blancpain con gli oceani è un legame che va avanti da quasi 70 anni, più precisamente dal 1953, anno del lancio del primo Fifty Fathoms. Attraverso il programma Blancpain Ocean Commitment, la Manifattura elvetica ha cofinanziato ben 20 spedizioni scientifiche di grande importanza e ha contribuito in maniera decisiva a espandere la superficie delle Aree Marine Protette (AMP) nel mondo, aggiungendo oltre 4 milioni di km quadrati supplementari. La Casa ha inoltre presentato numerosi documentari, esposizioni fotografiche di immagini subacquee e diverse pubblicazioni. Quella che prenderà il via il 9 agosto è la prima spedizione di Oceania in Messico, dove si lavorerà grazie all'aiuto di tecnologie di punta. Dal 9 al 23 agosto, quindi, dieci scienziati specializzati in diverse specialità esploreranno la zona e potranno effettuare analisi del DNA ambientale, oltre a realizzare modelli fotogrammetrici. L'impiego del sonar “Fish Hunter PRO” fornirà informazioni sui banchi di pesce, contribuendo a stabilire i parametri per seguire lo stock di pesce di interesse commerciale e la creazione di regole di comportamento per la gestione sostenibile delle risorse ittiche. “Il nostro obiettivo è quello della raccolta di informazioni scientifiche, che consentiranno di fotografare lo stato attuale di questa Area Marina Protetta, per poi utilizzare queste informazioni al fine di promuovere i cambiamenti necessari per proteggere questo ecosistema importante e garantire il suo futuro”, ha dichiarato Renata Terrazas, Direttrice generale di Oceana.

La Terrazas ha proseguito spiegando che il Messico è una delle 17 nazioni con la più grande biodiversità e che la Scorpion Reef, situata 140 km a nord della penisola dello Yucatan, è la più grande barriera corallina del sud del golfo del Messico. Il suo studio e la sua conservazione sono necessari, poiché accoglie numerose specie minacciate e diverse specie commerciali che qui si riproducono, prima di migrare verso regioni dove la pesca rappresenta un'importante attività economica. Marc A. Hayek, Presidente e CEO di Blancpain, ha aggiunto: “Blancpain ha un legame particolarmente stretto con gli oceani fin dagli inizi degli anni '50, quando abbiamo presentato il Fifty Fathoms, il primo orologio da immersione moderno. In base al Blancpain Ocean Commitment, il nostro obiettivo è la sensibilizzazione del pubblico per l'importanza che gli oceani rivestono per la vita umana e contribuire a proteggerli. A questo scopo, le nostre attività ruotano intorno a tre assi: la bellezza, per mostrare che cosa può offrire il mondo sottomarino e suscitare l'interesse; la conoscenza, per apprendere di più sulle zone che richiedono un'attenzione particolare; infine la protezione, per garantire la conservazione efficace degli oceani. Siamo fieri di partecipare al progetto Alacranes, che corrisponde a questi tre criteri, e siamo convinti che le capacità di Oceana nel campo dell'esplorazione, della ricerca scientifica e dell'appello potranno fare la differenza per la biodiversità del Messico, ma anche per le popolazioni locali e, su una scala più vasta, per il mondo”. Contenuti video e dati preliminari saranno diffusi sui canali social di Oceana, per consentire di seguire da vicino la spedizione scientifica: @OceanaMexico su Twitter e Facebook, e @oceanamexico su Instagram.

Translate »
Web
Analytics