Hublot – Magic Gold

Giovedì 15 dicembre, nella manifattura Hublot di Nyon, Jean-Claude Biver, CEO del marchio, e Andreas Mortensen, professore dell'EPFL (Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne) hanno presentato una nuova lega che rivoluziona le caratteristiche dei materiali preziosi, ottenuta mediante la fusione tra l'oro a 24 carati e le più moderne conoscenze high-tech sui materiali. Mentre l'oro 18 carati "standard" ben concepito può raggiungere i 400 Vickers di durezza, l’oro di Hublot presenta una durezza di quasi 1.000 Vickers (la maggior parte degli acciai temprati raggiunge i 600 Vickers). L'elaborazione dei componenti realizzati in questo materiale segue un processo complesso: una polvere di carburo di boro viene messa in forma mediante pressatura isostatica a freddo in stampi simili alla forma finale dei pezzi, come casse di orologi, bracciali, anelli, ecc. Questa ceramica, una delle più dure esistenti, è estremamente refrattaria: le preforme vengono quindi indurite ad altissima temperatura creando una struttura rigida e porosa senza modificarne la forma. Successivamente viene infiltrato ad altissima pressione oro liquido in fusione. Questa operazione viene eseguita sotto pressione di gas inerte a una temperatura e a una pressione sufficientemente elevate perché il metallo fuso riempia i pori della ceramica, realizzando la "fusione" dei due elementi in un unico nuovo materiale. Il Magic Gold 18 carati così ottenuto è composto obbligatoriamente, come tutte le altre leghe 18 carati, dal 750 per mille d'oro puro ma, grazie alla presenza della ceramica, diversamente dall'oro 18 carati tradizionale, sarà inscalfibile. I primi orologi realizzati in Magic Gold saranno presentati in occasione del Salone di Basilea 2012.

Translate »
Web
Analytics