TAG Heuer – Il nuovo Concept Watch della Casa

Il 16 gennaio a Ginevra, nel corso di una conferenza stampa trasmessa in diretta online, Jean-Christophe Babin, CEO di TAG Heuer, ha presentato a una platea di trecento ospiti e giornalisti il nuovo Concept Watch che abbandona completamente il concetto di regolazione meccanica tradizionale. Preciso a 5/10.000 o ½.000 di secondo, Mikrogirder (questo il suo nome) si basa, infatti, su un sistema che combina un insieme di ponti, “beam/girder” e uno stimolatore associato a un oscillatore lineare (e non una molla classica a spirale) che vibra in maniera isocrona, secondo un angolo molto ristretto, al contrario di un orologio tradizionale il cui angolo di oscillazione può raggiungere anche i 320 gradi. I vantaggi sono numerosi. Nel classico sistema a spirale l’effetto della forza di gravità dato dalla massa è un problema influente. Nel nuovo segnatempo questo problema non sussiste più. Non c’è perdita di ampiezza e la frequenza del movimento può essere modulata su uno spettro molto ampio senza gravare sulla riserva di carica. Il risultato è un significativo aumento di precisione (scansione del tempo) e performance (precisione e stabilità della frequenza). Con il Mikrogirder si raggiunge infatti una frequenza di oscillazione di 7.200.000 alternanze/ora, pari a 1.000 Hz (in confronto, un orologio classico funziona a 4 Hz, solo 28.800 oscillazioni/ora). Intorno a questa rivoluzionaria scoperta sono in corso di registrazione dieci brevetti.

Translate »
Web
Analytics