Philip Watch rinnova la charity partnership con la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica

Prosegue e si consolida la charity partnership che dal 2010 lega Philip Watch alla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (FFC). La Casa orologiera, oggi appartenente al gruppo Morellato & Sector, rinnova il proprio impegno solidale per il prossimo biennio 2012/13 con un’importante donazione di 220.000 euro a beneficio di due promettenti progetti scientifici, mirati a individuare nuove strategie contro l’infiammazione polmonare, una delle principali complicazioni della malattia genetica grave più diffusa, la fibrosi cistica. La donazione contribuirà, inoltre, al sostegno del Servizio Nazionale sulle Colture Primarie, un laboratorio -già avviato- creato dalla Fondazione all’Istituto G. Gaslini di Genova, per fornire materiale biologico di alta qualità alla comunità scientifica impegnata nella ricerca in FC. L’imprenditore Matteo Marzotto, tra i fondatori e Vicepresidente della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, si riconferma interprete della nuova campagna di comunicazione firmata dal raffinato artista e grande fotografo Giovanni Gastel. L’intero compenso destinato al testimonial è devoluto da Philip Watch a favore di FFC Onlus, un impegno di grande coerenza da parte degli interpreti partecipanti a questo importante progetto benefico.

“Un’intesa vincente”, afferma Massimo Carraro, Amministratore Delegato del Gruppo Morellato & Sector cui fa capo Philip Watch. “I progetti adottati nel biennio precedente hanno confermato le aspettative con ottimi risultati e ne siamo orgogliosi. Poter continuare a sostenere la FFC in quest’impresa è per noi un impegno di grande valore e ci auguriamo che il nostro contributo a questi progetti scientifici possa avvicinare la ricerca all’individuazione della tanto attesa cura per la fibrosi cistica”.

“Voglio esprimere, insieme alla FFC, la mia gratitudine a Philip Watch per aver scelto di rinnovare il suo supporto alla Fondazione, offrendo, ancora una volta, la possibilità di raccogliere fondi per gli studi. Un sostegno vitale per la ricerca in fibrosi cistica, che nonostante gli incoraggianti progressi, resta una malattia a timer, per cui non esiste una cura definitiva”, dichiara Matteo Marzotto e aggiunge: “Oggi stiamo vivendo una fase di svolta. Negli ultimi anni sono stati fatti enormi passi avanti, ottenendo risultati che ci hanno permesso di creare un ponte con l’industria farmaceutica. Ed è grazie all’impegno di tutti coloro che ci hanno affiancato in quest’impresa se, oggi, la Fondazione è giunta a un traguardo così importante. A giorni, infatti, sarà siglato un accordo con una grande casa farmaceutica. Un momento storico per la FFC”.

Translate »
Web
Analytics