Le novità Custos da Ginevra

Custos CTR-S

Custos CTR-S

Anche la Custos ha presentato le sue novità in quel di Ginevra, in concomitanza con il SIHH. La notizia più importante, sul giovane marchio guidato da Sassoun Sirmakes e Antonio Terranova, riguarda l'ufficializzazione della sinergia tra il team Custos e il gruppo Franck Muller Watchland. A riprova di ciò, ecco che la Custos presenta un modello complicato con movimento sviluppato da Pierre-Michel Golay su un'idea di Terranova. Il CTR-S è un cronografo che, in più, segna l'ora. Il meccanismo cronografico, infatti, è il vero protagonista di questo orologio, visibile attraverso il quadrante unitamente al bel tourbillon volante misterioso (uno dei tre brevetti del movimento) con gabbia in alluminio. Il meccanismo è alimentato da un doppio bariletto con un inedito sistema per mantenere costante la coppia motrice per ben sei giorni di marcia. Sarà prodotto in quantità limitate (per ora ne sono previsti solo 10 esemplari, a circa 170.000 euro).

Le altre novità di Custos riguardano modifiche e ampliamenti alla gamma già esistente. La più interessante, quella relativa ai pulsanti correttori del QPR-S (Calendario Perpetuo Racing Sport), con un sistema intelligente e dalla bella resa estetica. L'orologio è ora proposto anche in palladio, a 35.000 franchi svizzeri.

Infine, la Casa ha presentato la versione in oro rosa di quello che a nostro giudizio è il suo modello più riuscito: lo Yachting Club (160.000 franchi svizzeri).

La presentazione Custos è stata seguita da una serata mondana durante la quale Sassoun Sirmakes e Antonio Terranova hanno annunciato l'inaugurazione della prima boutique del marchio, cui seguiranno altre aperture nel corso dei prossimi mesi, molto probabilmente anche in Italia.

Translate »
Web
Analytics