Vacheron Constantin e Cassetti: restauro del Tabernacolo affrescato su Ponte Vecchio

È stato da poco ultimato l’intervento di restauro, voluto e finanziato da Vacheron Constantin e Cassetti, del tabernacolo affrescato del 1592. Si tratta dell’unica opera di pittura che decora Ponte Vecchio ed è posta in corrispondenza dell’ingresso della boutique, casa della Manifattura ginevrina nel cuore di Firenze.
“È motivo di grande soddisfazione contribuire alla conservazione di questo luogo ricco di storia”. Ha dichiarato Marco Pagani, Brand Manager di Vacheron Constantin Italia. “Questo restauro è un gesto concreto che esprime la volontà di mettere al centro di ogni attività la passione per il bello, da conservare e tutelare. Con questa attività si conferma inoltre la preziosa partnership con la famiglia Cassetti con cui da anni condividiamo il valore dell’eccellenza”.
“Sono felice di celebrare ancora una volta il lungo rapporto di collaborazione e stima con la Manifattura ginevrina”, ha commentato Filippo Cassetti. “Abbiamo il privilegio di lavorare in un luogo unico che è simbolo nel mondo di arte e cultura; le arcate trecentesche di Ponte Vecchio sono lo scrigno di una bellezza straordinaria, di un savoir-faire raro e del più alto artigianato che vivono qui in una perfetta armonia tra presente e passato. È nostro compito preservare questo equilibrio perfetto”.
Sotto l’opera resa più nitida dal lavoro conservativo campeggia il simbolo della Maison ginevrina, la Croce di Malta.

 

Translate »
Web
Analytics