Il nuovo crono IWC, in edicola l'analisi tecnica

Il nuovo crono IWC, in edicola l'analisi tecnica

Il calibro IWC 89360 è un movimento a carica automatica con una frequenza di funzionamento di 28.800 alternanze/ora (4 Hz), 40 rubini e una riserva di marcia di ben 68 ore. Lo smistamento delle funzioni cronografiche (avvio/stop/reset) è comandato da una ruota a colonne e l’innesto è mediante pignone oscillante. Una scelta, quest’ultima, che va contro l’attuale tendenza a impiegare l’innesto verticale a frizione (che abbiamo ampiamente analizzato in diverse occasioni su L’Orologio, in occasione dell’analisi dei calibri Frédéric Piguet, Rolex, Jaeger-LeCoultre e Patek Philippe), ma che si spiega quando si consideri che lo stesso sistema è quello presente sull’ETA-Valjoux 7750, utilizzato su numerosissime creazioni della IWC e quindi ampiamente sperimentato e ben padroneggiato dagli orologiai della Casa di Sciaffusa…

Per la descrizione del funzionamento del meccanismo cronografico vi rimando al numero de L’Orologio presto in edicola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Web
Analytics