Il nuovo Museo Omega

Quest’anno Omega ha inaugurato un nuovo Museo a “La Cité du Temps”, il campus di Swatch Group e Omega a Bienne, in Svizzera. Il nuovo museo di Omega, situato in un bellissimo edificio inondato di luce, opera del pluripremiato architetto Shigeru Ban, è un luogo degno di un brand ricco di storie straordinarie da condividere. Il Museo Omega di Bienne è stato il primo museo ad essere dedicato ad un'unica Maison orologiera svizzera ed è stato a lungo il testimone della storia di Omega. Tuttavia, considerate le profonde radici del brand e la sua lunga tradizione, era necessario un nuovo Museo. Prima di procedere, i visitatori compiono un viaggio a ritroso nel tempo. La “Storia del tempo” Omega è un coinvolgente video a 360° che racconta la ricerca di precisione da parte dell'umanità, dai primi orologi fino ai movimenti più moderni. Inoltre, nel nuovo Museo i visitatori possono scatenare l'atleta olimpionico che è in loro su una pista di atletica di 9 metri dotata di autentica tecnologia per il cronometraggio ufficiale, compresi i famosi blocchi di partenza e lo starter elettronico rosso. Le star in erba della pista riceveranno anche una stampa del loro photo finish, acquisita dallo Scan ‘o’ vision MYRIA di Omega, in grado di registrare fino a 10.000 immagini digitali al secondo. Da oltre 100 anni, Omega si impegna a produrre orologi da donna belli fuori e tecnologicamente eccezionali dentro. La nuova mostra “Her Time” del museo racconta mirabilmente questa storia, ripercorrendo l'evoluzione degli orologi da donna Omega, dai primi pendenti Lépine e l'iconico Ladymatic, passando per gli "orologi-gioiello à secret" fino alle creazioni odierne. In un’apposita sezione del Museo, i visitatori sono incoraggiati a mandare in orbita la loro immaginazione. Con una superficie lunare sotto i piedi e un Rover Lunare parcheggiato nei pressi, gli ospiti possono esplorare l'affascinante storia di Omega nello spazio attraverso video, foto, tecnologia della NASA e le numerose versioni storiche del “Moonwatch”. Qualificato per il volo dalla NASA nel 1965, lo Speedmaster è diventato il primo orologio indossato sulla superficie lunare. Un Omega è stato anche il fedele compagno di 007 in tutte le sue pericolose missioni, a partire da “GoldenEye”, nel 1995. Oltre a completarne lo stile, l'Omegadi Bond lo ha spesso aiutato ad uscire da situazioni difficili. Naturalmente le funzioni salvavita sono cinematografiche e non sono certamente di serie! Gli orologi in mostra però sono davvero fantastici. Nel nuovo Museo Omega, i visitatori possono anche compiere un viaggio all'interno di un movimento orologiero, senza rimanere intrappolati negli ingranaggi. Una passeggiata dentro il gigantesco Speedmaster permette di assistere ad una magica animazione che rivela gli ingranaggi interni del famoso scappamento Co-Axial. Oltre alle mostre permanenti, il Museo Omega ha riservato uno spazio apposito per esporre le ultime novità del brand. In concomitanza con l'apertura del nuovo Museo, Omega ha anche creato un account Instagram dedicato - @OMEGAMuseum - e il servizio Estratto degli Archivi (Extract from the Archives) è stato completamente aggiornato ed è ora disponibile online.

Orari di apertura

  • da martedì a venerdì: 11:00 – 18:00
  • sabato e domenica: 10:00 – 17:00
  • lunedì chiuso

 Indirizzo e dati di contatto

  • Cité du Temps SA
  • Nicolas G. Hayek Strasse, 2 - 2502 Biel/Bienne - Svizzera
  • +41 32 343 89 00
  • contact@citedutemps.com
Translate »
Web
Analytics